Categoria

Articoli Interessanti

1 Cancro
Rimozione di una cisti al seno nell'ospedale Yusupov
2 Ipofisi
10 modi per aumentare i livelli di ormone della crescita naturalmente
3 Iodio
Come bere Duphaston e perché è prescritto alle donne?
4 Ipofisi
I rimedi popolari più efficaci per la ghiandola tiroidea
5 Laringe
Il rapporto ideale di LH e FSH: la norma nella tabella
Image
Principale // Cancro

Carenza di iodio nel corpo: sintomi, conseguenze


Una persona ha bisogno di un'assunzione giornaliera di molecole di iodio con cibo e acqua. Se nella dieta non c'è una quantità sufficiente di questo oligoelemento, si formano gradualmente disturbi caratteristici nel lavoro della ghiandola tiroidea e di altri organi..

In Russia, la maggior parte del territorio appartiene a regioni carenti di iodio. I residenti di tutte queste aree necessitano di regolari esami preventivi. La correzione della carenza di micronutrienti è uno dei compiti della salute pubblica. Nel nostro paese, la prevenzione delle malattie endemiche viene effettuata a livello individuale, di gruppo e di massa..

Condizioni di carenza di iodio si osservano negli uomini di tutte le età. L'immagine più vivida delle malattie è tipica dei bambini e degli adolescenti. Sono considerate endemiche tutte le regioni in cui l'incidenza nei minori è superiore al 5% In tali aree il gozzo colpisce solitamente fino al 30% della popolazione adulta. Negli uomini, la prevalenza di questa patologia è leggermente inferiore rispetto alle donne. Questa tendenza è spiegata dalla minore necessità di iodio tra il sesso più forte. Anche la stabilità generale del background ormonale negli uomini gioca un ruolo..

Perché è necessario lo iodio?

Nel corpo umano, solo le cellule tiroidee sono in grado di catturare e immagazzinare lo iodio. Un oligoelemento viene fornito con la dieta sotto forma di composti organici. I tireociti immagazzinano lo iodio nei follicoli. Per la conservazione viene utilizzato uno speciale gel biologico: colloide.

L'assorbimento di iodio è aumentato dall'azione dell'ormone stimolante la tiroide (TSH). Lo stesso fattore stimola la sintesi degli ormoni tiroidei. I composti biologicamente attivi contenenti iodio includono tiroxina e triiodotironina.

Ogni molecola di tiroxina contiene 4 atomi di iodio. La triiodotironina è una forma più forte dell'ormone, contiene 3 atomi di iodio.

Fabbisogno giornaliero di iodio negli uomini

Per il normale funzionamento della tiroide è necessaria una regolare assunzione giornaliera di un oligoelemento. Le riserve di iodio del corpo sono sempre piccole: circa 15-20 mg. Nelle regioni endemiche del gozzo, questo indicatore è ancora più basso..

Il fabbisogno giornaliero di un oligoelemento dipende dall'età e dal sesso. In media, una persona ha bisogno di 2-4 microgrammi per ogni chilogrammo del proprio peso corporeo..

Nei neonati del primo anno di vita, il fabbisogno giornaliero è stimato a 25-50 mcg. Per un ragazzo di 1-5 anni, la norma è l'assunzione di 90 mcg di un oligoelemento al giorno. Gli scolari elementari dovrebbero ricevere circa 120 mcg di iodio al giorno. Per i ragazzi di età compresa tra 12 e 17 anni, la necessità è leggermente superiore: 150 mcg.

Nella maggior parte delle regioni russe, questa esigenza di un oligoelemento non è soddisfatta al 100%. Molti uomini ricevono solo 40-60 mcg di iodio con cibo e acqua. Questo è quanto un oligoelemento si trova in una dieta tipica che include cibi di provenienza locale.

La carenza prolungata di iodio innesca processi patologici nel tessuto tiroideo. Non tutti gli uomini sviluppano formazioni focali e gozzo diffuso. Ma la propensione a queste malattie nelle regioni endemiche è alta.

Segni di carenza di iodio

Puoi scoprire se hai una carenza di iodio nel corpo dai sintomi caratteristici. Inoltre, è necessario tenere conto della regione di residenza, delle abitudini alimentari e dello stile di vita..

Sei a maggior rischio di carenza di iodio se:

  • vivi in ​​una zona lontana dal mare;
  • non ti piacciono i frutti di mare;
  • non usi sale iodato nel tuo cibo;
  • bevi più di 25-30 g di alcol puro al giorno;
  • Fumi.

Indirettamente, la mancanza di un oligoelemento è evidenziata da disturbi di debolezza, affaticamento, disturbi della memoria, perdita di capelli, pelle secca, unghie fragili.

È un errore credere che la mancanza di un oligoelemento aiuti a identificare un test casalingo con una tintura alcolica di iodio. Se questa soluzione viene applicata sulla pelle, la velocità della sua scomparsa è influenzata da molti fattori casuali (il lavoro delle ghiandole sebacee, lo spessore dello strato corneo, la temperatura nella stanza, ecc.) Ma la stessa carenza di iodio praticamente non accelera questo indicatore.

La carenza di oligoelementi può essere diagnosticata in modo più accurato in un ambiente di laboratorio. A tal fine, i medici prescrivono un test delle urine per il contenuto di iodio. Di solito, 100-150 μg di un oligoelemento vengono escreti dal corpo al giorno. Nelle aree endemiche del gozzo, questo indicatore è 2-3 volte inferiore..

Conseguenze della carenza di iodio

Stati di carenza di iodio

Per le regioni di carenza di iodio, l'ipotiroidismo subclinico (mancanza di ormoni tiroidei) e la disfunzione cognitiva diffusa sono particolarmente caratteristici. Negli uomini adulti, la carenza cronica di iodio può portare a cambiamenti intellettuali e psicologici.

  • compromissione della memoria;
  • diminuzione della vitalità;
  • sonnolenza;
  • apatia;
  • deterioramento del pensiero logico;
  • diminuzione dell'attenzione;
  • perdita di interesse per le persone intorno a te.

Nei bambini, si manifestano queste condizioni:

  • ritardo mentale;
  • bassa statura;
  • suscettibilità alle infezioni virali e batteriche;
  • disturbo della pubertà.

Le conseguenze della carenza di iodio prolungata

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, fino al 30% degli adulti e dei bambini in tutti i paesi deve affrontare una carenza di iodio.

Le principali conseguenze di una carenza di micronutrienti:

  • gozzo nodulare, diffuso o misto;
  • ipotiroidismo;
  • tireotossicosi indotta da iodio;
  • violazioni intellettuali.

Nei bambini, la mancanza di un oligoelemento nella fase di sviluppo intrauterino può causare cretinismo e difetti congeniti. Nei ragazzi e nei giovani uomini, la carenza di iodio provoca un ritardo mentale e fisico.

Inoltre, la mancanza di un oligoelemento può essere un fattore sfavorevole quando si entra nella zona di un disastro nucleare. Gli uomini provenienti da regioni carenti di iodio sono più vulnerabili in tali situazioni.

Gozzo endemico negli uomini

Si forma un gozzo con una mancanza di iodio a causa della costante stimolazione del tessuto tiroideo con l'ormone stimolante la tiroide (Fig.1).

Figura: 1 - Formazione di gozzo con mancanza di iodio nel corpo.

Questo impatto porta a:

  • un aumento del numero di tireociti;
  • un aumento delle dimensioni di ciascuna cellula endocrina;
  • aumento della massa totale della ghiandola tiroidea;
  • l'emergere di formazioni focali.

L'iperplasia e l'ipertrofia della tiroide sullo sfondo della carenza di iodio è un meccanismo protettivo che consente di sfruttare al meglio tutte le risorse scarse. Ma con una prolungata mancanza di un oligoelemento nella dieta, un aumento del volume del tessuto tiroideo diventa patologico. In questo caso, si sviluppa un gozzo endemico (Fig.2).

Figura: 2 - Pazienti con gozzo endemico.

Il gozzo è classificato come:

  • diffondere;
  • nodale;
  • misto.

Il gozzo diffuso viene diagnosticato se l'intero tessuto ghiandolare è uniformemente ipertrofico. Se si trovano formazioni focali nella ghiandola tiroidea, viene posizionato un gozzo nodulare. In alcuni casi, si osserva un aumento del volume totale e l'aspetto dei nodi nello stesso paziente. In questa situazione si parla di gozzo misto..

Normalmente, il volume della ghiandola tiroidea in un uomo adulto è fino a 25 cm 3. Nei bambini, la dimensione degli organi dipende dalla superficie corporea e dall'età. Le norme per ragazzi e adolescenti sono standardizzate e riassunte in tabelle speciali per specialisti.

Il volume tiroideo viene valutato mediante esame del collo e palpazione. Il medico tiene conto del fisico di un uomo, del suo peso e delle sue caratteristiche anatomiche. Di solito, la ghiandola tiroidea non è visibile al semplice esame. A volte i suoi contorni diventano evidenti se il paziente getta indietro la testa.

La palpazione (sensazione) del collo consente di determinare approssimativamente le dimensioni della ghiandola. Se ciascuno dei lobi è di dimensioni inferiori alla falange del pollice del paziente, non è presente un gozzo evidente.

Tabella 1 - Gradi di gozzo in base ai risultati dell'esame.

ENERGIACARATTERISTICA
0La ghiandola tiroidea non è visibile e praticamente non palpabile
1La ghiandola non è visibile, ma ingrandita
2La ghiandola tiroidea è visibile all'esame del collo

Il gozzo di grado 1 include anche forme nodulari, quando il volume del tessuto rimane normale, ma è palpabile una formazione focale nei lobi o nell'istmo.

Informazioni più accurate sul volume del tessuto tiroideo possono essere ottenute mediante ultrasuoni.

Immagine ecografica normale della ghiandola tiroidea per un uomo:

  • i contorni della ghiandola sono chiari;
  • la struttura del tessuto è uniforme;
  • l'ecogenicità è nella media;
  • non ci sono noduli;
  • le dimensioni di ciascuno dei lobi: verticale fino a 8 cm, trasversale fino a 6 cm, spessore fino a 2 cm;
  • istmo - meno di 0,6 cm;
  • volume totale fino a 25 cm 3.

Anche nelle regioni endemiche, un uomo necessita di un ulteriore esame per stabilire con precisione la natura del processo e la funzione ormonale..

  • analisi per ormoni TSH e tiroide (T4, T3);
  • analisi per calcitonina (se ci sono nodi);
  • biopsia della puntura (se ci sono nodi);
  • test del titolo anticorpale.

Il gozzo nella maggior parte dei casi non è tossico, ovvero l'attività funzionale del tessuto è normale o inferiore alla media. La calcitonina è elevata in oncologia (cancro midollare). I risultati della puntura per il gozzo endemico mostrano un processo benigno. Follicoli, colloidi e cellule del sangue si trovano nel materiale. Sulla base dei risultati, viene effettuata una diagnosi istologica (gozzo colloidale con vari gradi di proliferazione). La carenza di iodio può contribuire allo sviluppo dell'infiammazione autoimmune. Ma di solito negli uomini con gozzo endemico, il titolo anticorpale rimane normale..

Trattamento del gozzo nodulare:

  • eliminazione della carenza di iodio;
  • correzione dell'ipotiroidismo (se rilevato);
  • trattamento chirurgico (per grandi ghiandole o grandi nodi).

Nella fase 1, a un paziente con gozzo diffuso con TSH normale viene prescritto ioduro di potassio in un dosaggio terapeutico (200 μg / giorno). Quindi, dopo 6 mesi, la dinamica della malattia viene valutata mediante ultrasuoni. Se il gozzo continua a crescere, un analogo sintetico della tiroxina è collegato al trattamento. Nel caso in cui ciò non sia sufficiente, si consiglia al paziente di operare. Se si riscontra ipotiroidismo in un paziente durante l'esame di follow-up, gli vengono immediatamente prescritti sia ioduro di potassio che tiroxina sintetica.

Negli uomini più anziani, il gozzo nodulare e misto è una diagnosi pericolosa in termini di comparsa di tireotossicosi. Spesso le formazioni focali diventano autonome dall'influenza del TSH e iniziano a produrre una quantità eccessiva di ormoni. Questa condizione viene prima corretta con la tireostatica. Il paziente viene quindi indirizzato per un intervento chirurgico.

Indicazioni per il trattamento chirurgico:

  • compressione dei tessuti circostanti (il gozzo interferisce con il mangiare, respirare, parlare);
  • nodi di diametro superiore a 4 cm;
  • nodi tossici (autonomi);
  • difetto estetico (il gozzo deforma il collo e questo preoccupa il paziente).

Dopo il trattamento chirurgico, molti uomini necessitano di una terapia sostitutiva con ormone tiroxina per tutta la vita. Tale trattamento viene eseguito da un endocrinologo sotto il controllo dei test TSH..

Come compensare la carenza di iodio?

Nelle regioni con carenza di iodio, i medici raccomandano una prevenzione costante delle malattie endemiche. È particolarmente importante reintegrare la carenza di micronutrienti nell'infanzia e nell'adolescenza, nonché negli adulti fino a 35-40 anni. In questi gruppi di popolazione, la carenza di iodio provoca forme diffuse di gozzo e lieve ipotiroidismo..

Le persone di età superiore ai 40-50 anni hanno spesso formazioni focali nella ghiandola tiroidea. Tali nodi possono reagire all'assunzione di alte dosi di iodio mediante la sovrapproduzione di ormoni. Pertanto, prima di iniziare la prevenzione del gozzo endemico, è necessario un ulteriore esame. I medici prescrivono un'ecografia e, se necessario, una biopsia per puntura e la scintigrafia.

Cibo

Per la prevenzione del gozzo, la dieta comprende:

  • pesce di mare e di fiume;
  • alga marina;
  • ostriche e altri frutti di mare.

Figura: 3 - Fonti di assunzione di iodio nel corpo.

Inoltre, il sale iodato aiuta ad arricchire il cibo con un oligoelemento. Viene utilizzato in casa e per la produzione alimentare industriale. Come parte del sale per ogni chilogrammo - 25-55 mg di iodato di potassio.

Integratori alimentari e medicinali

Dai farmaci per la prevenzione del gozzo vengono utilizzati:

  • Integratori alimentari a base di alghe e strati di mare;
  • Integratori alimentari con composti organici di iodio ("Iodio attivo");
  • rimedi complessi con vitamine e microelementi;
  • preparati di ioduro di potassio ("Iodomarin", "Iodbalance").

Tutti i prodotti con ingredienti naturali (ad esempio con alghe) si distinguono per una grande eterogeneità delle materie prime in termini di concentrazione di sostanze biologicamente attive. Le vitamine e i prodotti monocomponenti con ioduro di potassio sono molto più stabili. Consentono di mantenere un'assunzione uniforme di un oligoelemento nel corpo.

Dosi profilattiche di ioduro di potassio per uomini:

  • ragazzi sotto i 12 anni - da 50 a 100 mcg;
  • adolescenti e giovani sotto i 35 anni - da 100 a 200 mcg;
  • uomini di età superiore a 35 anni - 100 mcg.

Prima di iniziare la profilassi con farmaci, è consigliabile sottoporsi a un'ecografia della tiroide, donare il sangue per gli ormoni e visitare un endocrinologo.

Yodomarin

Composizione

La composizione di Iodomarin contiene 100 o 200 mcg di iodio sotto forma di ioduro di potassio (ioduro di potassio), nonché componenti ausiliari: lattosio sotto forma di monoidrato (lattosio monoidrato), carbonato di magnesio (carbonato di magnesio) basico, gelatina (gelatina), carbossimetilamido di sodio (carbossimetile di sodio amido), biossido di silicio colloidale (biossido di silicio colloidale), magnesio stearato (magnesio stearato).

Modulo per il rilascio

Iodomarin sono compresse bianche, cilindriche, rotonde, con una linea di incisione e uno smusso.

  • Iodomarin 100 è confezionato in flaconi da 50 o 100 pezzi (1 flacone in una confezione).
  • Iodomarin 200 è confezionato in blister da 25 pezzi (in una confezione da 2 o 4 blister).

effetto farmacologico

Correzione degli stati di carenza di iodio.

Farmacodinamica e farmacocinetica

L'uso di Iodomarin è indicato per il trattamento e la prevenzione delle malattie della tiroide.

Lo iodio è un elemento indispensabile per il corpo umano, un oligoelemento vitale, senza il quale la normale attività della tiroide (ghiandola tiroidea) è impossibile.

I suoi ormoni regolano il lavoro del cervello, del cuore, dei sistemi nervoso e vascolare, delle ghiandole mammarie, delle ovaie nelle donne e dei testicoli negli uomini, assicurano il corretto corso dei processi metabolici nel corpo (comprese proteine, carboidrati e grassi), partecipano attivamente al metabolismo energetico, e sono anche responsabili della crescita e del normale sviluppo del bambino.

L'uso di Iodomarin consente di compensare la carenza di iodio in caso di insufficiente assunzione di esso nel corpo con il cibo, che è particolarmente importante durante l'infanzia, durante i periodi di gravidanza e allattamento, nonché per le persone che vivono in zone geochimiche con suolo e acqua poveri di iodio.

Lo iodio che entra nel corpo in quantità fisiologiche consente di normalizzare le dimensioni della ghiandola tiroidea nei bambini e nei giovani adulti, nonché gli indicatori del rapporto tra gli ormoni tiroidei T3 e T4 e il livello dell'ormone stimolante la tiroide.

Dopo somministrazione orale, lo iodio è quasi completamente assorbito nell'intestino tenue, dopodiché viene distribuito nello spazio intercellulare entro 2 ore e si accumula nella ghiandola tiroidea, nelle ghiandole salivari e mammarie, nei reni, nello stomaco.

La concentrazione plasmatica dopo la dose standard p / os è compresa tra 10 e 50 ng / ml, mentre la concentrazione di iodio nel latte materno, nella saliva e nel succo gastrico è 30 volte superiore alla sua concentrazione nel plasma sanguigno.

La ghiandola tiroidea contiene il 75% di tutto lo iodio contenuto nel corpo (da 10 a 20 mg).

Lo iodio viene eliminato dal corpo principalmente insieme all'urina e, in misura minore, anche dai polmoni e dal contenuto intestinale..

Indicazioni per l'uso

Indicazioni per l'uso del farmaco:

  • prevenzione del gozzo endemico (associato a un contenuto di iodio insufficiente nell'ambiente);
  • prevenzione della ricaduta del gozzo dopo la fine del ciclo di trattamento conservativo con farmaci ormonali tiroidei o rimozione chirurgica;
  • trattamento del gozzo eutiroideo (diffuso non tossico) provocato da carenza di iodio in bambini, adolescenti e adulti sotto i 40 anni di età.

Controindicazioni

Le controindicazioni all'uso di Yodomarin sono:

  • ipersensibilità allo iodio;
  • ipertiroidismo;
  • dermatite senile (erpetiforme).

In caso di adenoma tiroideo tossico (sindrome di Plummer), gozzo nodulare, è controindicato l'uso del farmaco a dosi superiori a 300 μg al giorno. Un'eccezione è la necessità di prescrivere un blocco tiroideo indotto da iodio prima dell'intervento chirurgico su questo organo..

Si consiglia di evitare di prescrivere fondi:

  • durante il periodo di terapia con iodio radioattivo;
  • pazienti a cui è stato diagnosticato un cancro alla tiroide, così come se vi è il sospetto di un cancro.

Posso prendere con ipotiroidismo Yodomarin?

La iodomarina per l'ipotiroidismo è prescritta solo nei casi in cui quest'ultima si è sviluppata sullo sfondo di una grave carenza di iodio.

Effetti collaterali

Il trattamento del gozzo diffuso non tossico nei neonati, nei bambini e negli adolescenti, nonché l'uso di iodomarina a scopo profilattico (a qualsiasi età), di regola, non provoca effetti collaterali.

In rari casi, sullo sfondo dell'uso prolungato del farmaco, è possibile lo sviluppo di iodismo - infiammazione asettica della pelle e delle mucose nei siti di rilascio di iodio (nell'area dei seni paranasali, ghiandole salivari, tratto respiratorio).

Si manifesta sotto forma di sintomi del "raffreddore" (lacrimazione, congiuntivite, naso che cola, tosse, "febbre da iodio", ecc.), Bronchite, comparsa di un sapore metallico in bocca e un odore caratteristico dalla bocca, aumento della salivazione, orticaria, aumento della sete, colorazione bocca, diarrea, crampi, debolezza, vertigini, dolore e sensazione di bruciore alla gola, una speciale eruzione cutanea (iododerma) e acne "iodata". Il vomito è giallo o blu.

In casi estremamente rari, possono svilupparsi dermatite esfoliativa o edema di Quincke.

Quando si utilizza il farmaco in una dose superiore a 150 μg / giorno, l'ipertiroidismo latente (mascherato) spesso si trasforma in una forma manifesta (vero ipertiroidismo).

L'uso prolungato del farmaco in una dose superiore a 300 μg / giorno può provocare tireotossicosi indotta da iodio (in particolare, è altamente probabile che si sviluppi in pazienti anziani che hanno una storia di gozzo per un periodo di tempo sufficientemente lungo; in presenza di morbo di Graves o gozzo nodulare ).

Istruzioni per Yodomarin (metodo e dosaggio)

Istruzioni per l'uso Iodomarin 100

Per prevenire il gozzo, Iodomarin per i bambini di età inferiore a 12 anni (compresi i neonati) deve essere assunto a 1 / 2-1 scheda. / Giorno, la dose giornaliera per i pazienti di età superiore a 12 anni è 1-2 scheda. / Giorno.

Durante la gravidanza e le donne che allattano, si consiglia di assumere 2 compresse / giorno. Iodomarin 100 (200 mcg / giorno).

Per prevenire il ripetersi del gozzo, assumere 1-2 compresse al giorno.

Regime di dosaggio per gozzo eutiroideo:

  • pazienti sotto i 18 anni di età (compresi i neonati) - 1-2 compresse / giorno;
  • adulti sotto i 40 anni - 3-5 compresse / giorno.

Le compresse devono essere assunte per via orale dopo i pasti con una quantità sufficiente di liquido. Per i bambini, il farmaco viene precedentemente sciolto nel latte o nel succo di frutta.

A scopo preventivo, si consiglia di bere Iodomarin per diversi anni. Se indicato, il farmaco può essere prescritto a vita.

La terapia per il gozzo nei neonati prevede l'assunzione di pillole per 14-30 giorni, tutti gli altri pazienti (bambini, adolescenti e adulti), di regola, devono assumere il farmaco per sei mesi o un anno. In alcuni casi, potrebbe essere necessario un trattamento più lungo..

Istruzioni per l'uso Iodomarin 200

Per la prevenzione delle condizioni di carenza di iodio e del gozzo endemico (nei casi in cui la quantità di iodio che entra nel corpo di un adulto non supera 150-200 μg / giorno), dovresti prendere:

  • ¼-½ tab. / Giorno (50-100 μg / giorno) - per bambini sotto i 12 anni (compresi i neonati);
  • ½-1 scheda. / Giorno (100-200 mcg / giorno) - per pazienti di età superiore a 12 anni;
  • 1 scheda. / Giorno (200 mcg / giorno) - per le donne in gravidanza e durante l'allattamento.

Per la prevenzione delle recidive di gozzo carente di iodio dopo tiroidectomia, nonché dopo il completamento del ciclo di terapia con farmaci ormonali tiroidei, sia i bambini che gli adulti sono prescritti per assumere 1-2 compresse / giorno al giorno.

Il trattamento per il gozzo eutiroideo prevede l'assunzione di:

  • da 100 a 200 mcg di iodio al giorno (½-1 compressa di Iodomarin 200) - per i bambini;
  • da 300 a 500 mcg di iodio al giorno (da 1 ½ a 2 ½ compresse) - per adulti.

Come prendere Yodomarin 200?

Si consiglia di assumere le compresse dopo i pasti. Vengono lavati con una quantità sufficiente di liquido, ad esempio un bicchiere d'acqua. Le compresse di bambini di età inferiore a tre anni (compresi i neonati) devono essere pre-macinate in polvere prima di prenderle.

Di solito si consiglia di assumere il farmaco a scopo profilattico da diversi mesi a diversi anni, spesso per tutta la vita. Per il trattamento del gozzo nei neonati di solito occorrono da 2 a 4 settimane, nei bambini più grandi e negli adulti - da sei mesi a un anno o più.

In generale, le questioni relative al dosaggio e alla durata dell'uso del farmaco per la prevenzione o il trattamento delle malattie della tiroide vengono decise su base individuale dal medico curante..

Overdose

I sintomi di un sovradosaggio di Iodomarin sono:

  • vomito riflesso (mentre il vomito è blu, a causa della presenza di componenti contenenti amido nel cibo);
  • colorazione marrone delle mucose;
  • diarrea (possibilmente melena, cioè feci nere e catramose);
  • mal di stomaco.

Nei casi più gravi sono possibili disidratazione e shock. Sono stati registrati anche casi di stenosi esofagea e il verificarsi del fenomeno dello "iodismo".

In caso di intossicazione acuta, al paziente viene mostrata la lavanda gastrica con una soluzione di amido, una soluzione al cinque percento di tiosolfato di sodio o proteine ​​(fino alla rimozione di tutte le tracce di iodio), terapia anti-shock, prescrizione di un trattamento sintomatico per correggere l'equilibrio idrico-elettrolitico disturbato.

In caso di intossicazione cronica, interrompere l'assunzione del farmaco.

In caso di ipotiroidismo indotto da iodio, il trattamento con iodomarina deve essere interrotto. Il trattamento in questo caso mira a normalizzare il metabolismo prescrivendo preparati di ormoni tiroidei.

Se, sullo sfondo dell'uso del farmaco, si è sviluppata una tireotossicosi indotta da iodio in una forma lieve, il paziente non richiede un trattamento specifico. Nei casi più complessi è necessaria la terapia tireostatica (va ricordato che il suo effetto è sempre ritardato).

In caso di crisi tireotossica, sono necessarie una terapia intensiva, procedure di plasmacoferesi o rimozione della ghiandola tiroidea.

Interazione

Un contenuto eccessivo di iodio si abbassa e un contenuto di iodio insufficiente aumenta l'efficacia del trattamento dell'ipertiroidismo con farmaci tiroostatici. A questo proposito, prima di bere questi farmaci, così come durante il trattamento dell'ipertiroidismo, dovresti - se possibile - evitare di assumere qualsiasi iodio.

D'altra parte, i farmaci tireostatici inibiscono la trasformazione dello iodio in un composto organico nella ghiandola tiroidea e, quindi, possono causare lo sviluppo del gozzo..

La terapia combinata con alte dosi di iodio e preparati contenenti sali di litio può provocare ipotiroidismo e sviluppo di gozzo.

La iodomarina ad alte dosi in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio può causare iperkaliemia.

Condizioni di vendita

Condizioni di archiviazione

Le compresse vengono conservate a una temperatura di 10-25 gradi Celsius fuori dalla portata dei bambini..

Data di scadenza

istruzioni speciali

Con la terapia con Yodomarin, i pazienti con insufficienza renale possono sviluppare iperkaliemia.

Le compresse contengono lattosio, quindi non devono essere assunte da pazienti con deficit di lattasi, intolleranza al galattosio o sindrome da malassorbimento di glucosio-galattosio.

Gli analoghi di Iodomarin

I sinonimi di Iodomarin 100 sono: Antisturmin, Vitrum Iodine for children, Iodide 100, Vitrum Iodine 100 mcg, Iodandine 100 mcg, Iodbalans 100 mcg, Microiodide 100, Potassium iodide Reneval 100 mcg.

Analoghi strutturali di Iodomarin 200: 9 mesi Ioduro di potassio, Iodio Vitrum 100 mcg, Iodio Vitrum 200 mcg, Iodantin 200 mcg, Iodbalans 200 mcg, Mikroyodid 200, Potassio ioduro Reneval 200 mcg.

Iodbalance o Yodomarin - che è meglio?

Iodbalance e Iodomarin sono farmaci generici. Dopo aver analizzato per cosa sono prescritti, come bere sia l'uno che l'altro rimedio, la gamma di controindicazioni e le possibili interazioni farmacologiche, possiamo concludere che l'unica differenza tra i farmaci è una leggera differenza di prezzo (Iodbalance è leggermente più economico della sua controparte).

Iodomarina durante la gravidanza e l'allattamento

Le donne incinte e l'allattamento hanno un maggiore bisogno di iodio.

Nel 1 ° trimestre, quando si verifica la deposizione e la formazione dei principali organi e sistemi del bambino, un'assunzione insufficiente di questo oligoelemento può causare cambiamenti nel background ormonale nella madre e, quindi, disturbi nella formazione del feto (prima di tutto, il cervello del bambino).

Nei bambini che non hanno ricevuto una quantità sufficiente di iodio durante lo sviluppo prenatale, sono possibili patologie dello sviluppo del sistema nervoso, problemi con la tiroide (fino alla comparsa di neoplasie in essa), difetti mentali e ritardo mentale.

Nelle prime fasi della gravidanza, il feto non ha una propria ghiandola tiroidea, quindi è assolutamente dipendente dagli ormoni della madre. Pertanto, al fine di evitare problemi dopo il concepimento, i medici raccomandano di iniziare a bere preparati di iodio anche durante la pianificazione di una gravidanza (in modo ottimale - entro sei mesi in modo che il corpo sia ben preparato per portare un bambino).

Inoltre, la carenza di iodio può innescare il lancio di un meccanismo protettivo: percependo la gravidanza come un onere aggiuntivo, il corpo della madre se ne sbarazzerà in ogni modo possibile. Nei casi più gravi, si verifica spesso un aborto spontaneo..

Quando si utilizza Iodomarin per le donne in gravidanza e in allattamento, è necessario ricordare che lo ioduro di potassio ha la capacità di penetrare nella placenta e nel latte materno. Pertanto, il farmaco deve essere assunto rigorosamente nelle dosi raccomandate..

Il dosaggio durante la gravidanza, di regola, è il seguente: 200 μg / giorno: Iodomarin 200 durante la gravidanza è prescritto per assumere 1 compressa al giorno, Yodomarin 100-2 compresse al giorno.

Recensioni su Yodomarin

Le recensioni per Yodomarin 100, come le recensioni per Yodomarin 200, sono per lo più positive. L'uso del farmaco per scopi medicinali può ridurre i sintomi della malattia, mentre assumono pillole a scopo preventivo, molte persone notano una diminuzione dell'irritabilità, un miglioramento del benessere generale e della memoria, un aumento della concentrazione..

Non meno buone recensioni per Iodomarin durante la gravidanza. Nelle donne, l'uso di questo agente consente di prevenire lo sviluppo di stati di carenza di iodio e malattie correlate, di normalizzare il corso del metabolismo di proteine, lipidi e carboidrati e garantisce la normale attività del cervello e del sistema cardiovascolare..

Per un bambino, un apporto sufficiente di iodio è la chiave del normale sviluppo fisico e mentale..

In alcune recensioni, le persone scrivono che l'assunzione di Yodomarin li ha aiutati a riportare il loro peso alla normalità. Quindi, puoi usare un farmaco dimagrante? Gli endocrinologi rispondono che è possibile, ma solo secondo le indicazioni del dottore.

In numerose situazioni, l'eccesso di peso è una conseguenza di una ridotta funzione tiroidea, quindi è impossibile perderlo né con l'aiuto delle diete né con l'aiuto dell'attività fisica.

Il produttore sconsiglia l'assunzione di Iodomarin per l'ipotiroidismo, escludendo però quei casi in cui la malattia è associata ad un'evidente carenza di iodio.

Va ricordato che l'ormone ipofisario tireotropina è responsabile della regolazione della secrezione degli ormoni tiroidei, ma gli ormoni dell'ipotalamo, che a loro volta sono controllati dalla corteccia cerebrale, sono responsabili della regolazione dell'effetto della ghiandola pituitaria sulla ghiandola tiroidea..

Gli ormoni tiroidei influenzano anche la ghiandola pituitaria, l'ipotalamo, un certo numero di ghiandole endocrine, il corso dei processi metabolici, lo stato degli organi interni e dei loro sistemi.

Pertanto, l'assunzione incontrollata di Iodomarina per dimagrire può provocare gravi disturbi al ritmo abituale dell'attività tiroidea e, di conseguenza, all'intero sistema endocrino del corpo con tutte le conseguenze che ne derivano.

Per una leggera stimolazione della funzione tiroidea e l'attivazione dei processi metabolici, si consiglia di rivedere prima la propria dieta, integrandola con cibi ad alto contenuto di iodio (frutti di mare, cipolle, aglio, melanzane, barbabietole, ravanelli, cachi, pompelmi, ecc.), O almeno sostituendoli sale iodato normale.

Iodomarin è usato come supplemento alla dieta. Puoi prenderlo per dimagrire solo dopo aver consultato il tuo medico e non aver superato la dose raccomandata..

Il prezzo di Yodomarin dove acquistare

Il prezzo di Iodomarin 100 nelle farmacie russe è di circa 145 rubli per il pacchetto n. 100, il prezzo di Iodomarin 200 è di circa 215 rubli per il pacchetto n. 100 e circa 135 rubli per il pacchetto n. 50.

Quanto costa Yodomarin in Ucraina?

È possibile acquistare Iodomarin 100 n. 100 per una media di 70-77 UAH, il costo di Iodomarin 200 - da 58 UAH (per confezione n. 50)

I benefici e i danni di iodomarin per il corpo umano

BeneficioDanno
Condizioni associate alla carenza di iodioIperteriosi
GravidanzaIpotiroidismo
Stanchezza e diminuzione della funzione intellettuale, dimenticanzaNeoplasie nella ghiandola tiroidea
Diminuzione dell'emoglobinaSe trattato con iodio radioattivo
Gozzo nodulare, corso di compensazione dopo la rimozione del gozzoTubercolosi
Ciclo anovulatorio e infertilitàMalattie della pelle e perdita di attrattiva
AterosclerosiDiatesi emorragica
Disturbi mentali, inclusa la demenza senileMalattia renale acuta

Secondo lo stereotipo stabilito, si ritiene che i prodotti di origine naturale siano assorbiti meglio. Il più alto contenuto di iodio è tipico dei frutti di mare, quindi il nome del farmaco Iodomarin forma un'opinione sullo iodio marino facilmente digeribile. Allo stesso tempo, l'assimilazione dello ioduro di potassio durante i normali processi fisiologici nel corpo non dipende dall'origine dello iodio. Allo stesso tempo, l'uso di preparati naturali contenenti iodio è solo di supporto. L'effetto terapeutico può essere ottenuto solo con l'uso di ioduro di potassio in concentrazioni più elevate.

Iodomarin contiene un componente di origine inorganica. La necessità principale è dovuta alla necessità di supportare le funzioni della ghiandola tiroidea.

  1. Composizione e meccanismo d'azione di Yodomarin
  2. Cause di carenza di iodio e metodi di trattamento
  3. Proprietà aggiuntive e influenza di Yodomarin
  4. Iodomarina per ripristinare la funzionalità epatica
  5. Iodomarina per le donne in gravidanza
  6. Danno
  7. Conclusione

Composizione e meccanismo d'azione di Yodomarin

  • ioduro di potassio - 260 mcg;
  • riempitivi aggiuntivi.

Lo ioduro di potassio è un derivato dei principali ormoni tiroidei T3 / T4. Lo iodio biologico si ottiene durante la reazione ossidativa dello ioduro in una cellula d'organo. La sintesi avviene con la partecipazione dell'enzima ioduro perossidasi. Di conseguenza, vengono sintetizzate le tironine che, in combinazione con la tireoglobulina, forniscono una sintesi che preserva la sostanza nei tessuti per 3-4 giorni.

In caso di violazione di questo processo e carenza di iodio, si sviluppa un gozzo endemico. Lo ioduro di potassio è in grado di normalizzare i processi nella ghiandola. È usato per stabilizzare le condizioni dei neonati. Prendendolo, si ottiene una combinazione equilibrata di T3 / T4, nonché un livello normale di TSH. Allo stesso tempo, con i disturbi primari associati alla ghiandola tiroidea, diminuisce l'assimilazione fisiologica dei composti di iodio. Nella prima fase del processo, i nodi iniziano a formarsi nella ghiandola e si osserva anche un'attività malsana. Questa fase è caratterizzata da un aumento della tireoglobulina.

L'effetto di Iodomarin sul corpo è dovuto all'introduzione di ioduri nel tratto digestivo. Come risultato di una serie di trasformazioni, la distribuzione della sostanza attiva nello spazio intercellulare del corpo viene osservata entro due ore. Il contenuto può influenzare altri organi, che sono caratterizzati dal massimo accumulo di iodio:

  • tessuto renale;
  • stomaco;
  • tessuto mammario femminile;
  • ghiandole salivari.

Di conseguenza, lo iodomarin viene utilizzato per trattare e ripristinare le funzioni degli organi direttamente correlati alla catena delle reazioni di assimilazione. È richiesta per l'ammissione nei seguenti casi:

  • con lesioni fibromatose del tessuto mammario;
  • dopo la rimozione di un gozzo per la prevenzione della carenza di iodio;
  • con forte stress, che è la ragione dell'uso eccessivo di ioduri da parte del corpo e della necessità di una maggiore concentrazione;
  • con una diminuzione dell'immunità e dei processi infettivi negli organi che depositano la sostanza nel corpo;
  • con esposizione alle radiazioni per proteggere la ghiandola tiroidea dalle radiazioni;
  • in caso di manifestazione di termoneurosi associata a ridotta funzione di scambio termico e processi della ghiandola tiroidea.

Con un aumento del fondo di radiazione, è necessario assumere ioduro di potassio per saturare il tessuto tiroideo con iodio non radioattivo trattenuto nelle cellule durante il periodo di infezione. Questo protegge le cellule tiroidee dall'assorbimento delle radiazioni..

L'insufficienza della ghiandola tiroidea comporta una dipendenza medica condizionale da questo farmaco, poiché il corpo ha bisogno di un afflusso di composti di iodio necessari per il metabolismo. Nel latte materno, nel liquido salivare e nel succo gastrico, lo iodio è dieci volte superiore a quello di altri organi. Ciò è dovuto alle proprietà igienizzanti e stimolanti dei rispettivi organi..

Inoltre, questi sistemi sono attivamente coinvolti nel metabolismo e nelle funzioni riproduttive..

Cause di carenza di iodio e metodi di trattamento

In caso di insufficienza della tiroide, viene letto il trasporto della sostanza nella ghiandola tiroidea, che causa una serie di disturbi che rappresentano un pericolo per la salute:

  1. I nodi fibromatosi si formano nel torace, che possono successivamente causare un tumore canceroso, che è asintomatico al primo stadio.
  2. Con una diminuzione del volume di iodio, si osserva una diminuzione della concentrazione nei tessuti dello stomaco, nelle ghiandole salivari e nei reni. Nel tempo, questi organi perdono le loro difese naturali e iniziano a soffrire di infezioni. Questa caratteristica diventa la causa dello sviluppo della patologia..
  3. Una diminuzione della concentrazione di iodio riduce le difese antiparassitarie dell'organismo e comporta un aumento dei rischi di malattie parassitarie.
  4. Quando la tiroide è insufficiente, il suo ruolo nella difesa immunitaria dell'organismo come filtro del sangue diminuisce. Queste funzioni sono assunte dalla corteccia surrenale. Con un aumento del carico immunitario, si verifica un'insufficienza surrenalica, il cui stato viene normalizzato quando vengono ripristinati i processi metabolici.
  5. Durante il trattamento di eventuali patologie "compatibili" aumenta l'efficacia dei farmaci farmacologici del 30% migliorandone la biodisponibilità.

Lo iodio in eccesso viene escreto nelle urine, meno nelle feci e nei polmoni. Al raggiungimento di concentrazioni equilibrate, la quantità di iodio escreta al giorno è proporzionale all'assunzione giornaliera.

L'assunzione di Yodomarin ha due obiettivi principali:

  • ripristino delle funzioni della ghiandola tiroidea durante il periodo di attività e formazione di nodi nei tessuti della ghiandola (la concentrazione necessaria viene mantenuta durante l'intera malattia);
  • saturare lo spazio intercellulare con iodio, che aiuta a normalizzare le funzioni del metabolismo cellulare.

Proprietà aggiuntive e influenza di Yodomarin

Quando si assume Iodomarin, è inoltre possibile ottenere un effetto curativo generale e ripristinare quasi tutti i sistemi corporei, nonché normalizzare le condizioni associate alla carenza di iodio:

  • disturbi endocrini: insufficienza tiroidea, noduli, gozzo, disturbi metabolici e termoregolatori, diabete mellito;
  • diminuzione della funzione immunitaria;
  • problemi vegetativo-vascolari e cardiologici - aritmia cardiaca, aterosclerosi, disturbi della pressione;
  • anemia associata a una diminuzione dell'emoglobina;
  • osteosocondrosi, radicolite;
  • rigonfiamento;
  • gonfiore delle vie respiratorie e bronchite cronica;
  • problemi di pelle e perdita di capelli;
  • disturbi riproduttivi, comprese irregolarità mestruali;
  • sindrome da stanchezza cronica, compromissione dell'attenzione e della memoria;
  • problemi mentali, espressi nella depressione, diminuzione dell'intelligenza;
  • diminuzione della capacità intellettuale e dimenticanza.

La mancanza di iodio nel corpo può causare lo sviluppo di malattie mentali ed endocrine di origine organica. L'elenco delle malattie comprende: infertilità, aborti spontanei, sordità e muto, ritardo mentale e cretinismo, disturbi mentali in forma acuta.

Iodomarina per ripristinare la funzionalità epatica

Iodomarina e i prodotti contenenti iodio mostrano un'elevata efficienza nel ripristinare non solo il sistema cardiovascolare, ma anche il fegato. L'uso di un agente facilmente digeribile per almeno un mese porta al ripristino di tutte le funzioni epatiche. I prodotti contenenti iodio funzionano meglio dei farmaci mirati come Gepabene, Essentiale e altri.

La iodomarina è inferiore nella capacità di ripristinare il fegato ad altri farmaci in questo gruppo, che sono forme attive di iodio. Una maggiore efficienza rispetto allo ioduro di potassio è dimostrata dallo iodio poliatomico contenuto nel preparato Iodis Concentrate. Questo rimedio non causa effetti collaterali rispetto alle controindicazioni e agli effetti collaterali di Iodomarin quando il dosaggio viene superato.

Iodomarina per le donne in gravidanza

Durante la gravidanza e l'allattamento al seno, la necessità di iodio aumenta notevolmente, quindi i medici prescrivono farmaci aggiuntivi per ripristinare l'equilibrio. La concentrazione di iodio nel latte materno è 30 volte superiore a quella di altri tessuti e organi. Lo iodio fornito con il latte materno svolge il ruolo di difesa immunitaria del bambino nei primi mesi di vita. Per ricevere e selezionare una dose, è necessario un appuntamento dal medico e il monitoraggio delle condizioni della futura mamma o madre che allatta.

La nomina di Yodomarin durante la gravidanza è una necessità oggettiva. Tieni presente che lo ioduro di potassio è generalmente classificato come sostanza ormonale attiva, il cui uso durante la gravidanza è raccomandato sotto controllo medico.

Lo iodomarina ha una gamma abbastanza ampia di controindicazioni, a differenza del suo diretto concorrente, lo iodio attivo poliatomico:

  • ipo e ipertiroidismo - in caso di sovradosaggio, Iodomarin può causare ipotiroidismo senza altri fattori di influenza;
  • se sospetta o soffre di una lesione oncologica della tiroide;
  • durante il trattamento con iodio radioattivo;
  • con grave danno renale - con cautela e come indicato da un medico;
  • in presenza di un adenoma tiroideo autonomo e altri cambiamenti nella struttura;
  • diatesi emorragica;
  • tubercolosi;
  • alcune malattie della pelle.

In queste condizioni, la Iodomarina, utilizzata come integratore minerale al cibo, può causare gravi danni. La supervisione medica deve essere accompagnata dal monitoraggio della ghiandola tiroidea mediante ultrasuoni e analisi del sangue endocrine.

Conclusione

Iodomarin può essere utilizzato come integratore alimentare contenente iodio senza prescrizione medica solo da persone sane con una potenziale mancanza di iodio nella dieta. Molto spesso, le persone usano questo farmaco per ridurre l'affaticamento, ripristinare le funzioni cognitive e intellettuali e per curare la depressione. La ricezione non è finalizzata al trattamento di malattie gravi, ma alla loro prevenzione efficace.

TAVOLE IODOMARINE 200 N50

Compresse bianche o quasi bianche, rotonde, cilindriche piatte, con bordi smussati, con uno smusso e una riga unilaterale.

ioduro di potassio 262 μg che corrisponde a un contenuto di iodio di 200 μg Eccipienti: lattosio monoidrato, carbonato di magnesio basico, gelatina, sale sodico di amido carbossimetilico (tipo A), biossido di silicio colloidale, magnesio stearato

Al fine di prevenire il gozzo endemico nei neonati e nei bambini sotto i 12 anni di età, il farmaco viene prescritto in una dose corrispondente a 50-100 μg di iodio / Adulti e bambini sopra i 12 anni di età - in una dose corrispondente a 100-200 μg di iodio / Durante la gravidanza e l'allattamento (seno alimentazione) - a una dose corrispondente a 200 μg / Al fine di prevenire la recidiva del gozzo, il farmaco viene prescritto a una dose corrispondente a 100-200 μg / Quando si tratta il gozzo eutiroideo per neonati, bambini e adolescenti di età inferiore ai 18 anni, il farmaco viene prescritto a una dose corrispondente a 100-200 μg iodio / Adulti di età inferiore ai 40 anni - in una dose corrispondente a 300-500 mcg di iodio / Il farmaco viene assunto dopo i pasti con una quantità sufficiente di liquido. Se usato nei bambini, si consiglia di pre-dissolvere il farmaco nel latte o nel succo. La ricezione profilattica viene effettuata per diversi anni, se ci sono prove - per la vita. Per il trattamento del gozzo nei neonati, in media, sono sufficienti 2-4 settimane; nei bambini, adolescenti e adulti, di solito ci vogliono 6-12 mesi, è possibile l'uso a lungo termine. La durata del trattamento è fissata dal medico curante.

Preparato di iodio per la prevenzione e il trattamento delle malattie della tiroide

I tireostatici inibiscono il trasferimento di iodio ai composti organici nella ghiandola tiroidea e quindi possono causare la formazione di gozzo. Influenza sulla capacità di guidare veicoli e sui meccanismi di controllo Iodomarin® non influisce sulla capacità di guidare veicoli e altre attività potenzialmente pericolose.

La carenza di iodio aumenta e l'eccesso di iodio riduce l'efficacia della terapia per l'ipertiroidismo con agenti tiroostatici (prima o durante il trattamento dell'ipertiroidismo, si raccomanda di evitare qualsiasi uso di iodio se possibile). Il trattamento simultaneo con alte dosi di iodio e preparazioni di sale di litio può contribuire all'insorgenza di gozzo e ipotiroidismo. Alte dosi del farmaco in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio possono portare a iperkaliemia.

Preparato di iodio per il trattamento e la prevenzione delle malattie della tiroide. Lo iodio è un minerale traccia vitale necessario per il normale funzionamento della ghiandola tiroidea. Gli ormoni tiroidei svolgono molte funzioni vitali, incl. regolare il metabolismo di proteine, grassi, carboidrati ed energia nell'organismo, l'attività del cervello, dei sistemi nervoso e cardiovascolare, delle ghiandole riproduttive e mammarie, nonché la crescita e lo sviluppo del bambino. L'uso del farmaco Iodomarin® ripristina la carenza di iodio nel corpo, prevenendo lo sviluppo di malattie da carenza di iodio, aiuta a normalizzare la funzione della ghiandola tiroidea, che è particolarmente importante per bambini e adolescenti, così come durante la gravidanza e l'allattamento.

I dati sulla farmacocinetica del farmaco Iodomarin® non sono forniti.

- prevenzione del gozzo endemico (soprattutto nei bambini, negli adolescenti, durante la gravidanza e durante l'allattamento); - prevenzione della recidiva del gozzo dopo la sua rimozione chirurgica o dopo la fine del trattamento farmacologico con preparazioni di ormoni tiroidei; - trattamento del gozzo eutiroideo diffuso causato da carenza di iodio in bambini, adolescenti e adulti di età inferiore ai 40 anni.

- ipertiroidismo; - adenoma tossico della tiroide, gozzo nodulare se usato a dosi superiori a 300 mcg / (eccetto il periodo di terapia preoperatoria con iodio per bloccare la funzione della ghiandola tiroidea); - dermatite di Herpetiformis (senile) di Dühring; - ipersensibilità allo iodio. Il farmaco non deve essere utilizzato nell'ipotiroidismo, tranne nei casi in cui lo sviluppo di quest'ultimo è causato da una grave carenza di iodio. Evitare di prescrivere il farmaco durante la terapia con iodio radioattivo, presenza o sospetto di cancro alla tiroide

colorazione marrone delle mucose, vomito riflesso (in presenza di componenti contenenti amido nel cibo, il vomito diventa di colore blu), dolore addominale e diarrea (possibilmente melena). Nei casi più gravi possono svilupparsi disidratazione e shock..

Dal lato del sistema endocrino: quando si utilizza il farmaco in una dose superiore a 150 mcg di iodio / ipertiroidismo latente può trasformarsi in una forma manifesta; quando si utilizza il farmaco in una dose superiore a 300 μg di iodio /, è possibile lo sviluppo di tireotossicosi indotta da iodio (specialmente nei pazienti anziani che soffrono di gozzo da molto tempo, in presenza di gozzo nodulare o gozzo tossico diffuso). Reazioni allergiche: raramente - iodismo, manifestato da un sapore metallico in bocca, gonfiore e infiammazione delle mucose (rinite "iodio", congiuntivite, bronchite), febbre "iodio", acne "iodio"; in alcuni casi - edema di Quincke, dermatite esfoliativa. Con l'uso profilattico della medicina Iodomarin® in pazienti di qualsiasi età, gli effetti collaterali di solito non sono osservati

Iodomarin: istruzioni per l'uso per adulti e bambini

Iodomarin è un farmaco contenente iodio utilizzato per trattare e prevenire l'equilibrio dello iodio sia per gli adulti che per i bambini..

Iodomarin è di due tipi: 100 e 200. Hanno una differenza: questo è il dosaggio.

Il medicinale viene prodotto solo sotto forma di compresse, che hanno una forma rotonda e una tinta bianca o leggermente grigiastra.

Iodomarin 100 è disponibile in barattoli. Ogni barattolo contiene 50 e 100 pezzi di compresse da 100 mcg. iodio in ciascuno e iodomarin 200 è disponibile in blister da 50 e 100 pezzi per confezione. Ogni compressa contiene 200 mcg di iodio.

Le compresse devono essere conservate in un luogo buio e inaccessibile ai bambini a una temperatura di 10-25 gradi. La durata di conservazione del farmaco è di 3 anni..

Il ruolo dello iodio nel corpo

Iodomarin è usato per trattare o prevenire le malattie della tiroide.

Lo iodio gioca un ruolo enorme nel corpo umano. Senza di esso, la ghiandola tiroidea non può funzionare normalmente. E grazie ai suoi ormoni, il lavoro del cuore, del cervello, delle ghiandole mammarie, dei sistemi nervoso e vascolare, delle ovaie femminili e dei testicoli maschili è regolato. Lo iodio assicura anche il corretto processo metabolico, è responsabile della crescita del bambino e del suo ulteriore sviluppo, così come gli ormoni prendono parte al metabolismo energetico.

  1. Diminuzione della prontezza mentale.
  2. La perdita di capelli.
  3. Aumento della sudorazione.
  4. Diminuzione dell'attività fisica.
  5. Aumento dell'appetito.
  6. Obesità.
  7. Unghie fragili.
  8. Mancanza di sonno.
  9. raffreddori frequenti.

Iodomarin deve essere assunto da donne in gravidanza e in allattamento. Influenza lo sviluppo del cervello del bambino. A causa della sua mancanza, la madre potrebbe avere problemi con unghie, capelli e peso. Le madri che allattano possono avere una minore produzione di latte. Pertanto, per evitare che tutto ciò accada, è necessario iniziare a bere un farmaco contenente iodio in tempo..

Inoltre, questo farmaco aiuta a normalizzare il peso, cioè a perdere peso, ma rigorosamente sotto la supervisione di un medico. Spesso le persone iniziano ad aumentare di peso a causa di un malfunzionamento della ghiandola tiroidea. Dopo il corso del trattamento con Yodomarin, il peso torna alla normalità.

Il fabbisogno giornaliero di iodio è 150 o 200 mcg. Ma i residenti in Russia ne ricevono la metà. Pertanto, si consiglia a tutti di assumere Iodomarin per ricostituire la carenza di iodio..

Due ore dopo aver preso la pillola, è completamente assorbita. Lo iodio in eccesso viene escreto nelle urine o nelle feci.

Indicazioni per l'uso

Le principali indicazioni per l'uso sono:

  1. Prevenzione delle malattie da carenza di iodio.
  2. Prevenzione della recidiva del gozzo dopo il trattamento o la rimozione.
  3. Trattamento del gozzo nei bambini e negli adulti sotto i quarant'anni.
  4. Aiuta con la perdita di peso.

Ma ci sono anche controindicazioni per l'uso..

  1. Dermatite senile.
  2. Ipersensibilità allo iodio.
  3. Insufficienza renale.
  4. Ipertiroidismo.

Istruzioni (dosaggio)

Istruzioni per l'uso di Yodomarin 100:

  • Le donne in allattamento e in gravidanza devono assumere 2 compresse al giorno.
  • Per prevenire il ripetersi del gozzo, prendi 1 o 2 compresse al giorno.
  • Gli adulti sotto i 40 anni devono assumere 3-5 compresse al giorno.
  • Il farmaco viene assunto solo dopo i pasti e lavato con un po 'd'acqua..
  • Per la profilassi, il farmaco può essere assunto per tutta la vita..

Istruzioni per l'uso Iodomarin 200:

  • Le madri che allattano e le donne incinte hanno bisogno di 1 compressa al giorno.
  • Per prevenire il ripetersi del gozzo da carenza di iodio, è necessario bere 1 o 2 compresse al giorno
  • Quando si tratta il gozzo eutiroideo, gli adulti devono prendere la scheda 11 / 2-21 / 2. in un giorno.
  • Le compresse devono essere assunte dopo aver mangiato con un liquido..
  • Per la profilassi, il farmaco viene assunto da due mesi o più..
  • Ma prima di iniziare a prendere questo farmaco, devi consultare il tuo medico.

Dosaggio per i bambini

Per i bambini, lo iodio è necessario, poiché una sua mancanza può causare ritardo nello sviluppo e nella crescita, scarso rendimento a scuola, aggressività e pubertà compromessa.

Per la profilassi, i bambini di età inferiore a 12 anni dovrebbero assumere ½ - 1 compressa (50-100 mg) al giorno. Per i bambini più grandi, cioè oltre i 12 anni, il numero di compresse aumenta ed è di 1-2 compresse al giorno.

Con il gozzo eutiroideo, i bambini di età inferiore ai 18 anni dovrebbero assumere 1-2 compresse al giorno. Il corso del trattamento può durare da 6 mesi a 1 anno.

Per la prevenzione della carenza di iodio e del gozzo endemico, i bambini sotto i 12 anni dovrebbero assumere ¼ - ½ tab al giorno. al giorno per un mese.

Bambini sopra i 12 anni - 1 etichetta. al giorno per un anno.

Le compresse di bambini di età inferiore a tre anni devono essere frantumate e sciolte in una piccola quantità di acqua, succo o latte.

Sintomi di overdose ed effetti collaterali

  1. Vomito.
  2. Diarrea.
  3. Dolore addominale.
  4. Aspetto marrone sulle mucose.
  5. Disidratazione.
  6. Shock.
  7. Stenosi esofagea.
  1. Aumento della salivazione.
  2. Lacrimazione.
  3. Orticaria.
  4. Aumento della temperatura corporea.
  5. La comparsa di acne sul corpo.
  6. Emorragia nella pelle.
  7. La comparsa di naso che cola, bronchite, congiuntivite, ecc..

Analoghi di farmaci

Va notato che lo yodomarin, come molti farmaci, ha analoghi:

  1. Antisturmin.
  2. Vitrum di iodio per bambini e adulti.
  3. Yodantin.
  4. Equilibrio di iodio.
  5. Microiodide.
  6. Ovamarine.
  7. Ioduro di potassio.
  8. Reneval.

Recensioni

Recentemente, ho iniziato a notare che sono diventato molto irascibile, irritabile, costantemente insoddisfatto e stanco. Un amico mi ha consigliato di bere un mese di Yodomarin 200. Un mese dopo ho notato che l'irritabilità, la mancanza di sonno e la stanchezza sono scomparse, la mia memoria è migliorata, in una parola, mi sentivo meglio. Ottimo farmaco.

Questo farmaco mi è stato prescritto dal mio medico durante la gravidanza, poiché i test non erano molto buoni. Ho sentito dire da molto tempo che lo bevono durante la mia gravidanza, quindi ne ho comprato uno anche a me stesso. Le compresse sono piccole, quindi sono facilmente deglutibili, non provocano allergie, ma i test sono tornati alla normalità. Raccomando questo farmaco, ma solo dopo aver consultato un medico.

Fin dall'infanzia, non potevo nuotare in un bagno caldo o solo in acqua calda. Mi sono sentito subito male e ho cominciato a soffocare. La mamma pensava che mi stessi comportando così e non voleva nuotare. Ma è passato molto tempo e la paura del caldo è rimasta con me. Sono andato in ospedale con questo problema. Si è scoperto che ho un problema con la tiroide. Prescritto per bere Yodomarin 200. Ho bevuto per un anno intero con una pausa di una settimana, e mi ha aiutato! Ora lo bevo non solo da solo, ma lo do anche a tutti i membri della mia famiglia come misura preventiva.

Un endocrinologo mi ha prescritto questo farmaco, poiché ho problemi con la tiroide. Lo abbiamo scoperto quando mi sono registrato per la gravidanza. Da due anni bevo Yodomarin 200, perché allatto ancora il mio bambino. Il farmaco è buono, non ci sono stati effetti collaterali, ma costoso.

Originariamente pubblicato il 09/01/2018 alle 06:46:39.

Top