Categoria

Articoli Interessanti

1 Iodio
Insulina nel sangue nelle donne: la norma e le ragioni del cambiamento
2 Laringe
Un cucchiaio d'olio al mattino: come bere correttamente, quale e perché
3 Ipofisi
I segni più probabili di anomalie della tiroide
4 Laringe
TSH durante la gravidanza: tasso trimestrale, cause e sintomi di un aumento
5 Test
Gozzo diffuso
Image
Principale // Cancro

Disturbi ormonali nelle donne: cause, segni, sintomi e trattamento


Sistema endocrino - un insieme di specifiche ghiandole endocrine (ghiandole endocrine) e cellule endocrine.

Include:

  • ipofisi;
  • ghiandola pineale (ghiandola pineale);
  • la tiroide;
  • ghiandole paratiroidi;
  • ghiandole surrenali;
  • Sistema APUD, o un sistema diffuso formato da cellule ormonali sparse in vari organi e tessuti del corpo - cellule endocrine del tratto gastrointestinale, che producono gastrina, glucagone, somatostatina, ecc.;
  • cellule renali interstiziali che producono, ad esempio, prostaglandina E 2, eritropoietina e cellule endocrine simili di alcuni altri organi.

Cellula endocrina - una cellula che sintetizza e rilascia un ormone nei fluidi corporei - sangue, linfa, liquido intercellulare, liquido cerebrospinale.

L'ormone è una sostanza biologicamente attiva che circola nei fluidi corporei e ha un effetto specifico su alcune cellule bersaglio.

La struttura chimica degli ormoni è diversa. La maggior parte di loro sono peptidi (proteine), steroidi, ammine, prostaglandine.

Una cellula bersaglio dell'ormone è una cellula che interagisce specificamente con il recettore dell'ormone e risponde a questo modificando la sua attività e funzione vitale.

PATOLOGIA GENERALE DEL SISTEMA ENDOCRINO

I disturbi delle ghiandole endocrine si manifestano in due forme principali: iperfunzione (funzione eccessiva) e ipofunzione (funzione insufficiente).

I principali collegamenti iniziali nella patogenesi dei disturbi endocrini possono essere i disturbi centrogenici, ghiandolari primari e post ghiandolari.

I disturbi centrogenici sono causati da una violazione dei meccanismi di regolazione neuroumorale delle ghiandole endocrine a livello del cervello e del complesso ipotalamo-ipofisario. Le cause di questi disturbi possono essere danni al tessuto cerebrale a seguito di emorragia, crescita del tumore, azione di tossine e agenti infettivi, reazioni di stress prolungate, psicosi, ecc..

Le conseguenze del danno al cervello e al sistema ipotalamo-ipofisario sono una violazione della formazione di neuroormoni dell'ipotalamo e degli ormoni ipofisari, nonché disturbi delle funzioni delle ghiandole endocrine, la cui attività è regolata da questi ormoni. Quindi, ad esempio, un trauma neuropsichico può portare all'interruzione del sistema nervoso centrale, che causa un'eccessiva funzione tiroidea e lo sviluppo di tireotossicosi.

I disturbi ghiandolari primari sono causati da disturbi della biosintesi o secrezione di ormoni da parte delle ghiandole endocrine periferiche a seguito di una diminuzione o aumento della massa della ghiandola e, di conseguenza, del livello dell'ormone nel sangue.

Le cause di questi disturbi possono essere tumori delle ghiandole endocrine, a seguito dei quali viene sintetizzata una quantità eccessiva di ormone, atrofia del tessuto ghiandolare, inclusa l'involuzione legata all'età, che è accompagnata da una diminuzione delle influenze ormonali, nonché una carenza di substrati per la sintesi ormonale, ad esempio lo iodio, che è necessario per la formazione degli ormoni tiroidei, o biosintesi ormonale insufficiente.

I disturbi ghiandolari primari, basati sul principio di feedback, possono influenzare la funzione della corteccia cerebrale e del sistema ipotalamo-ipofisario. Pertanto, una diminuzione della funzione della ghiandola tiroidea (ad esempio, ipotiroidismo ereditario) porta a un'interruzione del sistema nervoso centrale e allo sviluppo di demenza (cretinismo tiroideo).

I disturbi post ghiandolari sono causati da disturbi nel trasporto degli ormoni della loro ricezione, cioè una violazione dell'interazione dell'ormone con un recettore specifico della cellula e del tessuto e il metabolismo degli ormoni, che consiste in una violazione delle loro reazioni biochimiche, interazione e distruzione.

MALATTIE DEL SISTEMA ENDOCRINO

Malattie della ghiandola pituitaria

La ghiandola pituitaria è un organo endocrino che collega i sistemi nervoso ed endocrino, garantendo l'unità della regolazione neuroumorale del corpo.

La ghiandola pituitaria è costituita dall'adenoipofisi e dalla neuroipofisi.

Le principali funzioni della ghiandola pituitaria.

L'adenoipofisi produce ormoni:

  • follitropina (precedentemente chiamata ormone follicolo-stimolante, FSH);
  • lutropina (precedentemente ormone luteinizzante, LH);
  • prolattina (precedentemente ormone luteomammatropico, LTH);
  • corticotropina (precedentemente ormone adrenocorticotropo, ACTH);
  • tireotropina (precedentemente ormone stimolante la tiroide. TSH) e una serie di altri ormoni.

La neuroipofisi secerne due ormoni nel sangue: l'antidiuretico e l'ossitocina.

L'ormone antidiuretico (ADH), o arginina-vasopressina, migliora il riassorbimento dell'acqua nei tubuli renali e in alte concentrazioni provoca contrazioni delle arteriole glomerulari e un aumento della pressione sanguigna in esse.

L'ossitocina regola i processi fisiologici nel sistema riproduttivo femminile, aumenta la funzione contrattile dell'utero gravido.

MALATTIE ASSOCIATE ALL'IPERFUNZIONE DELL'ADENOGIPOFISI

Iperpituitarismo: contenuto in eccesso o effetti di uno o più ormoni dell'adenoipofisi.

Cause. Nella maggior parte dei casi, l'iperpituitarismo è il risultato di un tumore dell'adenoipofisi o del suo danno durante intossicazione e infezioni.

Il gigantismo ipofisario si manifesta con un aumento eccessivo della crescita e degli organi interni. Allo stesso tempo, la crescita è solitamente superiore a 200 cm negli uomini e 190 cm nelle donne, le dimensioni e la massa degli organi interni non corrispondono alle dimensioni del corpo, più spesso anche gli organi sono ingranditi, meno spesso sono relativamente ridotti rispetto a una crescita significativa.

Figura: 76. Acromegalia. A destra - sano, a sinistra - con acromegalia.

A questo proposito, è possibile lo sviluppo dell'insufficienza funzionale del cuore e del fegato. Di regola, si osserva iperglicemia, spesso diabete mellito; c'è sottosviluppo dei genitali (ipogenitalismo). spesso infertilità; disturbi mentali - instabilità emotiva, irritabilità, disturbi del sonno, diminuzione delle prestazioni mentali, psicastenia.

L'acromegalia è una malattia in cui la dimensione delle singole parti del corpo (più spesso - mani, piedi) aumenta in modo sproporzionato, i tratti del viso diventano ruvidi a causa di un aumento della mascella inferiore, del naso, delle arcate sopracciliari, degli zigomi (Fig.76).

Questi cambiamenti sono combinati con disturbi delle funzioni vitali del corpo e il graduale sviluppo di insufficienza multiorgano.

La sindrome dello sviluppo sessuale prematuro è una condizione caratterizzata dallo sviluppo accelerato delle gonadi, dalla comparsa di caratteristiche sessuali secondarie, in alcuni casi - l'inizio della pubertà nelle ragazze sotto gli 8 anni, nei ragazzi fino ai 9 anni, che, tuttavia, è accompagnata da sottosviluppo mentale.

L'ipercorticismo ipofisario (malattia di Itsenko-Cushing) si verifica con un'eccessiva produzione di corticotropina, che porta all'iperfunzione della corteccia surrenale. Clinicamente, la malattia di Itsenko-Cushing si manifesta con obesità, alterazioni trofiche della pelle, ipertensione arteriosa, sviluppo di cardiomiopatia, osteoporosi, funzione sessuale compromessa, iperpigmentazione cutanea, disturbi mentali.

MALATTIE ASSOCIATE CON IPOFUNZIONE DELL'ADENOGIPOFISI

Ipopituitarismo - contenuto insufficiente di ormoni ipofisari.

L'ipofunzione dell'adenoipofisi può svilupparsi dopo meningite o encefalite, disturbi circolatori nella ghiandola pituitaria (trombosi, embolia, emorragia), lesioni cerebrali traumatiche con danni alla base del cranio, nonché a causa della fame di proteine.

L'ipofunzione dell'adenoipofisi può presentarsi con cachessia ipofisaria, nanismo ipofisario e ipogonadismo ipofisario.

La cachessia ipofisaria si sviluppa con l'ipofunzione totale dell'adenoipofisi, manifestata da una diminuzione della formazione di quasi tutti gli ormoni, che porta a una violazione di tutti i tipi di metabolismo e all'esaurimento progressivo.

Il nanismo ipofisario, o nanismo ipofisario, si sviluppa in caso di carenza dell'ormone della crescita ed è caratterizzato da un progressivo ritardo nella crescita e nel peso corporeo (entro il periodo di completamento della formazione del corpo, la crescita di solito non supera i 110 cm nelle donne e 130 cm negli uomini), viso senile (rughe, secchezza e pelle flaccida), sottosviluppo delle gonadi e caratteristiche sessuali secondarie in combinazione con infertilità primaria. L'intelligenza nella maggior parte dei casi non è compromessa, ma spesso ci sono segni di diminuzione delle prestazioni mentali e della memoria.

L'ipogonadismo ipofisario si sviluppa con una mancanza di ormoni sessuali a causa dell'ipofunzione dell'adenoipofisi. Si manifesta:

  • per i mariti - eunucoidismo, che è caratterizzato da sottosviluppo dei testicoli e degli organi genitali esterni, caratteristiche sessuali secondarie debolmente espresse, timbro della voce alto (effeminato), infertilità, sviluppo di una figura effeminata, obesità;
  • nelle donne - infantilismo femminile, accompagnato da sottosviluppo delle ghiandole mammarie, inizio tardivo delle mestruazioni, irregolarità mestruali fino all'amenorrea, infertilità, fisico astenico, instabilità emotiva.

L'ipofunzione della neuroipofisi può verificarsi a seguito dello sviluppo di un tumore, processi infiammatori, lesioni, che si manifesta con il diabete insipido a causa di una diminuzione della formazione di ADH. Questa malattia è caratterizzata dallo scarico di una grande quantità di urina (da 4 a 40 l / giorno) alla sua bassa densità relativa. La perdita di acqua e un aumento della pressione osmotica del plasma sanguigno sono accompagnati da sete indomabile (polidipsia), a seguito della quale i pazienti bevono grandi quantità di acqua.

MALATTIE ADRENALI

Ghiandole surrenali - ghiandole endocrine accoppiate situate ai poli superiori dei reni e costituite dalla corteccia (corteccia) e dal midollo.

Le principali funzioni delle ghiandole surrenali.

Nella corteccia surrenale vengono sintetizzati 3 gruppi di ormoni steroidei: glucocorticoidi, mineralcorticoidi e steroidi sessuali.

  • I glucocorticoidi influenzano il metabolismo dei carboidrati, hanno effetti antinfiammatori e riducono l'attività del sistema immunitario.
  • I mineralcorticoidi (nell'uomo, principalmente l'aldosterone) regolano lo scambio di elettroliti, principalmente ioni sodio e potassio.
  • Gli steroidi sessuali (androgeni ed estrogeni) determinano lo sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie e stimolano anche la sintesi di acidi nucleici e proteine.
  • Le malattie causate dall'iperfunzione della corteccia surrenale (ipercortisolismo) sono associate ad un aumento dei livelli ematici di corticosteroidi e si manifestano con l'iperaldosteronismo e la sindrome di Itsenko-Cushing.
  • L'iperaldosteronismo è solitamente associato allo sviluppo dell'aldosteroma, un tumore della corteccia surrenale. La ritenzione di sodio plasmatico e l'ipernatriemia sono caratteristiche. La pressione sanguigna aumenta, compaiono aritmie cardiache.
  • La sindrome di Itsenko-Cushing si sviluppa, di regola, con un tumore della corteccia surrenale, che è accompagnato da un eccesso di glucocorticoidi. L'obesità è caratteristica con deposizione di grasso sul viso, sul collo e nel cingolo scapolare superiore. I pazienti hanno la pressione sanguigna alta e livelli di glucosio nel sangue e la loro temperatura corporea è spesso elevata. A causa della soppressione del sistema immunitario, la resistenza alle infezioni diminuisce. Nei ragazzi, lo sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie è accelerato e non corrisponde all'età, ma le caratteristiche sessuali primarie e il comportamento sono in ritardo nello sviluppo. Le ragazze sviluppano tratti di un fisico maschile.

Malattie causate da ipofunzione della corteccia surrenale o insufficienza surrenalica. A seconda dell'entità della lesione della ghiandola surrenale, ci sono 2 tipi di insufficienza surrenalica: totale e parziale.

L'insufficienza surrenalica totale è causata da una carenza di tutti gli ormoni della corteccia surrenale: glucomineralocorticoidi e steroidi androgeni. Allo stesso tempo, c'è un livello normale di catecolamine prodotte dal midollo surrenale.

Insufficienza surrenalica parziale - carenza di una qualsiasi classe di ormoni della corteccia surrenale, il più delle volte - minerali o glucocorticoidi.

A seconda della natura del decorso, si distingue l'insufficienza totale acuta e cronica della corteccia surrenale.

Insufficienza acuta della corteccia surrenale totale.

Le sue ragioni:

  • Cessazione dell'introduzione di corticosteroidi nel corpo dopo il loro uso prolungato a scopo terapeutico. La condizione risultante è indicata come astinenza da corticosteroidi o insufficienza surrenalica iatrogena. È causato dalla soppressione prolungata della funzione del sistema ipotalamo-ipofisi-surrene e dall'atrofia della corteccia surrenale.
  • Danni alla corteccia di entrambe le ghiandole surrenali, ad esempio, in caso di caduta da una grande altezza, emorragia bilaterale nel suo tessuto con sindrome tromboemorragica, sepsi fulminea.
  • Rimozione della ghiandola surrenale interessata da un tumore che produce ormoni. Tuttavia, l'insufficienza si sviluppa solo con ipo o atrofia della corteccia della seconda ghiandola surrenale..

Manifestazioni:

  • ipotensione acuta;
  • aumento dell'insufficienza circolatoria dovuta a insufficienza cardiaca acuta, diminuzione del tono muscolare dei vasi arteriosi, diminuzione della massa sanguigna circolante dovuta alla sua deposizione. Di norma, l'insufficienza circolatoria acuta grave è la causa di morte della maggior parte dei pazienti.

Insufficienza cronica totale della corteccia surrenale (morbo di Adzison).

Il motivo principale è la distruzione del tessuto della corteccia surrenale a seguito di autoaggressione immunitaria, lesioni tubercolari, metastasi tumorali, amiloidosi.

Manifestazioni

  • debolezza muscolare, affaticamento;
  • ipotensione arteriosa;
  • poliuria;
  • ipoidratazione del corpo e emoconcentrazione a seguito di una diminuzione del volume del fluido nel letto vascolare, che porta all'ipovolemia;
  • ipoglicemia;
  • iperpigmentazione della pelle e delle mucose dovuta all'aumentata secrezione da parte dell'adenoipofisi dell'ACTH e dell'ormone stimolante i melanociti, poiché entrambi gli ormoni stimolano la formazione di melanina. Caratterizzato da insufficienza surrenalica primaria, in cui la ghiandola pituitaria non è interessata.

Malattie causate da iperfunzione del midollo surrenale.

Cause: i tumori delle cellule cromaffini del midollo sono benigni (feocromocitomi) e meno spesso maligni (feocromoblastomi). I feocromocitomi producono catecolamine in eccesso, principalmente norepinefrina.

Manifestazioni di ipercatecolaminemia:

  • ipertensione arteriosa;
  • reazioni ipotensive acute con perdita di coscienza a breve termine a causa di ischemia cerebrale (svenimento), che si sviluppa sullo sfondo di ipertensione arteriosa, pallore, sudorazione, debolezza muscolare, affaticamento;
  • crisi ipertensive da catecolamine - periodi di aumento significativo della pressione sanguigna (sistolica fino a 200 mm Hg e oltre);
  • disturbi del ritmo cardiaco sotto forma di tachicardia sinusale ed extrasistole;
  • iperglicemia e iperlipidemia.

Non si osserva insufficienza del livello o degli effetti delle catecolamine surrenali come forma indipendente di patologia, dovuta all'accoppiamento delle ghiandole surrenali e alle loro elevate capacità compensatorie e adattative.

MALATTIE DELLA GHIANDOLA TIROIDEI

La tiroide è un componente del sistema ipotalamo-ipofisi-tiroide. Il parenchima della tiroide è costituito da tre tipi di cellule: cellule A, B e C..

  • Le cellule A, o cellule follicolari, producono ormoni contenenti iodio. Costituiscono la maggior parte della massa della ghiandola..
  • Le cellule B producono ammine biogene (ad es. Serotonina).
  • Le cellule C sintetizzano l'ormone calcitonina e alcuni altri peptidi.

L'unità strutturale della ghiandola tiroidea è un follicolo, una cavità rivestita di cellule A e C e riempita di colloide.

La ghiandola tiroidea produce ormoni contenenti iodio e peptidi che regolano lo sviluppo fisico, mentale e sessuale del corpo.

Gli ormoni peptidici (calcitonina, catacalcina, ecc.) Sono sintetizzati dalle cellule C. Un aumento del contenuto di calcitonina nel sangue si verifica con i tumori della tiroide e con insufficienza renale, accompagnato da un ridotto riassorbimento del calcio nei tubuli renali.

Figura: 77. Gozzo.

Numerose malattie della tiroide, caratterizzate da cambiamenti nel livello o negli effetti degli ormoni contenenti iodio, sono combinate in due gruppi: ipertiroidismo e ipotiroidismo.

L'ipertiroidismo, o tireotossicosi, è caratterizzato da un eccesso di effetti degli ormoni contenenti iodio nel corpo. Con lo sviluppo dell'ipotiroidismo, gli effetti di questi ormoni sono insufficienti..

Malattie della tiroide accompagnate da ipertiroidismo.

Queste malattie si verificano quando l'attività della ghiandola stessa viene interrotta o come conseguenza di una disfunzione della ghiandola pituitaria o dell'ipotalamo. Le più importanti tra queste malattie sono il gozzo (struma) e i tumori.

Gozzo (struma) - crescita nodulare o diffusa del tessuto tiroideo (Fig.77).

Tipi di gozzo.

Per prevalenza:

  • gozzo endemico, che è causato dalla mancanza di iodio nell'acqua e nel cibo in alcune regioni (nel nostro paese, un certo numero di regioni degli Urali e della Siberia);
  • gozzo sporadico in aree non endemiche.

Per morfologia:

  • gozzo diffuso. caratterizzato da una crescita uniforme del tessuto ghiandolare;
  • gozzo nodulare, in cui il tessuto in espansione della ghiandola forma formazioni nodulari dense di varie dimensioni;
  • gozzo colloidale, che è caratterizzato dall'accumulo di colloide nei follicoli;
  • gozzo parenchimale, che è caratterizzato dalla proliferazione dell'epitelio dei follicoli in assenza quasi totale di colloide.

Il gozzo tossico diffuso (morbo di Graves) rappresenta oltre l'80% dei casi di ipertiroidismo. Di solito si verifica dopo 20-50 anni. le donne si ammalano 5-7 volte più spesso degli uomini.

  • predisposizione ereditaria;
  • trauma mentale ripetitivo (stress) che attiva l'ipotalamo e il sistema simpatico-surrenale, portando a un'intensa produzione di ormoni tiroidei.

Il collegamento iniziale nella patogenesi è un difetto genetico ereditario nei linfociti, che causa la sintesi di un gran numero di immunoglobuline "autoaggressive" da parte delle plasmacellule. La particolarità di queste immunoglobuline è la capacità di interagire in modo specifico con i recettori del TSH sulle cellule A dell'epitelio dei follicoli, stimolare la formazione e l'increzione nel sangue di triiodotironina, una quantità eccessiva della quale provoca ipertiroidismo o addirittura tireotossicosi. Le immunoglobuline più autoaggressive nel sangue, la tireotossicosi più grave, caratterizzata da un cambiamento significativo nel metabolismo: un aumento del livello dei processi ossidativi, del metabolismo basale e della temperatura corporea, che porta ad un forte aumento della sensibilità del corpo all'ipossia. La scomposizione di glicogeno, proteine ​​e grassi aumenta, si verifica iperglicemia e il metabolismo dell'acqua è disturbato.

Il gozzo è generalmente diffuso, a volte nodulare. Istologicamente, è caratterizzato da escrescenze papillari dell'epitelio dei follicoli e infiltrazione linfoplasmocitica dello stroma. C'è pochissimo colloide nei follicoli.

A causa di una violazione del metabolismo dell'acqua nel muscolo cardiaco, si sviluppa la distrofia vacuolare, il cuore aumenta di dimensioni; edema sieroso si osserva nel fegato e successivamente sclerosi; I cambiamenti distrofici nel tessuto nervoso, compreso il cervello (encefalite tireotossica), non sono rari. I disturbi nell'attività del sistema nervoso e dei muscoli sono causati dalla carenza di ATP, dall'esaurimento delle riserve di glicogeno nei muscoli e da altri disturbi metabolici.

Quadro clinico.

I pazienti hanno una triade caratteristica: gozzo, rigonfiamento (esoftalmo) e tachicardia. I pazienti perdono peso, sono facilmente eccitabili, irrequieti; caratterizzato da un rapido cambiamento di umore, pignoleria, affaticamento, tremore delle dita, aumento dei riflessi. La tachicardia è associata all'attivazione del sistema simpatico-surrenale. I pazienti hanno mancanza di respiro, aumento della pressione sanguigna sistolica, poliuria.

Gli stati ipotiroidei (ipotiroidismo) sono caratterizzati da effetti insufficienti degli ormoni contenenti iodio nel corpo. Trovato nello 0,5-1% della popolazione, compresi i neonati.

Vari fattori eziologici possono causare ipotiroidismo, agendo direttamente sulla ghiandola tiroidea, sull'ipofisi, sui centri ipotalamici o riducendo la sensibilità delle cellule bersaglio agli ormoni tiroidei.

Le malattie più comuni associate all'ipotiroidismo sono il cretinismo e il mixedema..

Il cretinismo è una forma di ipotiroidismo osservata nei neonati e nella prima infanzia.

La patogenesi della malattia è associata a una carenza degli ormoni triiodotironina e tiroxina.

Principali manifestazioni: ritardo dei bambini piccoli nello sviluppo fisico e mentale. I pazienti hanno una crescita nana, caratteristiche facciali ruvide, dovute al gonfiore dei tessuti molli; una grande lingua che spesso non si adatta alla bocca; naso largo e piatto “quadrato” con retrazione della schiena: occhi distanti l'uno dall'altro; grande addome, spesso con un'ernia ombelicale, che indica debolezza muscolare.

Il mixedema è una forma grave di ipotiroidismo che di solito si sviluppa negli adulti e anche nei bambini più grandi.

Un segno caratteristico del mixedema è il gonfiore della pelle e del tessuto sottocutaneo, in cui, dopo aver premuto sul tessuto, non si forma una fossa (edema mucoso).

La causa del mixedema è l'insufficienza degli effetti degli ormoni tiroidei a seguito di danno primario alla ghiandola tiroidea (nel 90% dei casi), meno spesso - secondario (trauma, rimozione chirurgica della maggior parte della ghiandola, infiammazione, somministrazione di farmaci che interrompono la sintesi ormonale, carenza di iodio, ecc.), Nonché in caso di disfunzione dell'adenoipofisi e dell'ipotalamo.

L'essenza dell'edema mucoso caratteristico della malattia consiste nell'accumulo di acqua non solo nell'ambiente extracellulare, ma anche nell'ambiente intracellulare a causa dei cambiamenti nelle proprietà delle proteine ​​della pelle e del tessuto adiposo sottocutaneo. Con una mancanza di ormoni tiroidei, le proteine ​​vengono convertite in una sostanza simile alla mucina con un'elevata idrofilia. Lo sviluppo dell'edema è favorito dalla ritenzione idrica nel corpo a causa dell'aumentato riassorbimento di acqua nei tubuli renali con carenza di ormoni tiroidei.

I pazienti hanno una frequenza cardiaca ridotta e la pressione sanguigna sistolica. I processi ossidativi sono indeboliti, il metabolismo basale e la temperatura corporea sono abbassati. Diminuisce la degradazione di glicogeno, proteine ​​e grassi; l'ipoglicemia si nota nel sangue. Lo sviluppo dell'aterosclerosi e dell'insufficienza coronarica si intensifica e accelera a causa dell'indebolimento della degradazione dei grassi, in particolare del colesterolo.

Quadro clinico.

L'aspetto e il comportamento del paziente sono caratteristici: viso gonfio, pelle secca e fredda, palpebre gonfie, fessure per gli occhi ristrette. Sono tipici letargia, apatia, sonnolenza, mancanza di interesse per l'ambiente e indebolimento della memoria. Il tono muscolare è ridotto, i riflessi sono indeboliti, i pazienti si stancano rapidamente. Tutti questi cambiamenti sono associati a un indebolimento dei processi eccitatori nel sistema nervoso centrale e disturbi metabolici.

Esodo. L'esito del mixedema, estremamente grave, spesso fatale, è il coma ipotiroideo o mixedema. Può essere lo stadio finale di qualsiasi tipo di ipotiroidismo se trattato in modo inadeguato o in pazienti non trattati..

MALATTIE DEL PANCREAS

Il pancreas svolge, oltre a quella escretoria, un'importante funzione endocrina che assicura il normale decorso del metabolismo nei tessuti. Nelle cellule a del pancreas viene prodotto l'ormone glucagone e nelle cellule p dell'apparato delle isole - insulina.

  • L'insulina viene prodotta in modo intensivo quando il livello di glucosio nel sangue aumenta, - aumenta l'utilizzo del glucosio da parte dei tessuti e allo stesso tempo aumenta l'apporto di fonti di energia sotto forma di glicogeno e grassi. L'insulina fornisce un processo attivo di trasporto del glucosio dall'ambiente extracellulare alla cellula. Nella cellula stessa, aumenta l'attività dell'importante enzima esochinasi, a seguito del quale si forma il glucosio-6-fosfato dal glucosio. È in questa forma che il glucosio entra in varie trasformazioni metaboliche nella cellula. L'insulina stimola la sintesi del glicogeno e ne inibisce la degradazione, aumentando l'accumulo di glicogeno nei tessuti, principalmente nel fegato e nei muscoli.
  • Il glucagone appartiene al gruppo degli ormoni controinsulari: stimola la degradazione del glicogeno, ne inibisce la sintesi e provoca iperglicemia.

Malattie accompagnate da iperfunzione dell'apparato insulare del pancreas

Un aumento del livello di insulina nel corpo si verifica con un tumore che produce ormoni delle cellule p del pancreas - insuloma; in caso di sovradosaggio di insulina usata per trattare il diabete mellito; con alcuni tumori cerebrali. Questa condizione si manifesta con l'ipoglicemia, fino allo sviluppo del coma ipoglicemico..

Assegna l'insufficienza assoluta e relativa dell'apparato insulare. In assoluta insufficienza, il pancreas non produce o produce poca insulina. Il corpo è carente di questo ormone. Con una relativa carenza, la quantità di insulina prodotta è normale.

Il diabete mellito è una malattia cronica causata da carenza di insulina assoluta o relativa, che porta all'interruzione di tutti i tipi di metabolismo (principalmente carboidrati, manifestati in iperglicemia), danno vascolare (angiopatia), sistema nervoso (neuropatia) e alterazioni patologiche in vari organi e tessuti.

Il diabete mellito colpisce oltre 200 milioni di persone nel mondo, e c'è una tendenza costante ad un aumento dell'incidenza del 6-10%, soprattutto nei paesi industrializzati. In Russia, negli ultimi 15 anni, il numero di pazienti con diabete mellito è raddoppiato e in alcune regioni raggiunge il 4% della popolazione totale, e tra le persone sopra i 70 anni supera addirittura il 10%.

Classificazione del diabete mellito.

  • Diabete mellito di tipo I - insulino-dipendente, si sviluppa principalmente nei bambini e negli adolescenti (diabete giovanile) ed è causato dalla morte delle cellule beta delle isole di Langerhans.
  • Il diabete mellito di tipo II non è insulino dipendente, si sviluppa negli adulti, più spesso dopo 40 anni, ed è causato da una funzione insufficiente delle cellule beta. e insulino-resistenza (insulino-resistenza) dei tessuti.

Cause della malattia: inferiorità ereditaria delle cellule p delle isole, spesso anche cambiamenti sclerotici nel pancreas, che si sviluppano con l'invecchiamento di una persona, a volte - trauma mentale. Un consumo eccessivo di carboidrati può contribuire allo sviluppo del diabete mellito. Un cambiamento nelle proprietà antigeniche dell'insulina durante la sua normale attività fisiologica può essere di importanza significativa. In questo caso, nel corpo si formano anticorpi che legano l'insulina e impediscono che entri nel tessuto. Può essere importante un aumento dell'inattivazione dell'insulina sotto l'influenza dell'enzima insulinasi, che viene attivato dall'ormone della crescita della ghiandola pituitaria..

Il diabete mellito può verificarsi con un aumento significativo degli ormoni che riducono l'azione dell'insulina e causano iperglicemia. Con un eccesso prolungato di ormoni controinsulari, la relativa insufficienza di insulina può trasformarsi in assoluta a causa dell'esaurimento delle cellule p dell'apparato insulare sotto l'influenza dell'iperglicemia.

Patogenesi. Tipico del diabete mellito è un aumento dei livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia), che può raggiungere 22 mmol / L o più a una velocità di 4,2-6,4 mmol / L.

L'iperglicemia è causata da una violazione del flusso di glucosio nelle cellule, un indebolimento del suo utilizzo da parte dei tessuti, una diminuzione della sintesi e un aumento della degradazione del glicogeno e un aumento della sintesi del glucosio da proteine ​​e grassi. In condizioni normali, il completo riassorbimento del glucosio nel sangue avviene nei tubuli renali. La concentrazione massima di glucosio nel plasma sanguigno e nelle urine primarie, alla quale viene completamente riassorbito, è 10,0-11,1 mmol / L. A una concentrazione superiore a questo livello (la soglia di escrezione del glucosio), l'eccesso viene escreto nelle urine. Questo fenomeno è chiamato "glucosuria". La glucosuria è associata non solo all'iperglicemia, ma anche ad una diminuzione della soglia di escrezione renale, poiché il processo di riassorbimento del glucosio può avvenire normalmente solo quando viene convertito in glucosio-6-fosfato nell'epitelio dei tubuli renali. Nel diabete mellito, questo processo viene interrotto. In connessione con l'aumento della degradazione dei grassi, si formano chetoacidi; quando si accumulano nel sangue, i pazienti sviluppano iperchetonemia. Un aumento dei livelli di colesterolo nel sangue è anche caratteristico del diabete mellito..

L'iperglicemia porta ad un aumento della pressione osmotica del plasma sanguigno, che a sua volta provoca la perdita di acqua nei tessuti (disidratazione); questo è accompagnato da sete, aumento dell'assunzione di acqua e di conseguenza poliuria. Un aumento del livello di glucosio nelle urine secondarie e la sua pressione osmotica riduce il riassorbimento di acqua nei tubuli, a seguito della quale aumenta la produzione di urina. L'iperchetonemia contribuisce all'insorgenza dell'acidosi e provoca intossicazione del corpo.

Anatomia patologica.

I cambiamenti morfologici nel diabete mellito sono presentati abbastanza chiaramente. Il pancreas è di dimensioni leggermente ridotte, sclerosato. Una parte dell'apparato delle isole si atrofizza e sclerosi, le isole rimanenti subiscono ipertrofia.

La patologia vascolare è associata a una violazione del metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei grassi. I cambiamenti aterosclerotici si sviluppano nelle grandi arterie e nei vasi della microvascolarizzazione si verificano danni alle loro membrane basali, proliferazione dell'endotelio e del peritelio. Tutti questi cambiamenti terminano con la sclerosi vascolare dell'intera microvascolarizzazione - microangiopatia. Porta a danni al cervello, al tratto digestivo, alla retina, al sistema nervoso periferico. La microangiopatia causa i cambiamenti più profondi nei reni. A causa del danneggiamento delle membrane basali e dell'aumentata permeabilità dei capillari dei glomeruli, la fibrina cade sulle anse capillari, il che porta all'ialinosi dei glomeruli. Si sviluppa la glomerulosclerosi diabetica. Clinicamente è caratterizzata da proteinuria e, edema, ipertensione arteriosa. Il fegato nel diabete mellito è ingrossato, il glicogeno è assente negli epatociti e si sviluppa la loro degenerazione grassa. L'infiltrazione lipidica si nota anche nella milza, nei linfonodi.

Opzioni per il corso e complicanze del diabete.

In persone di età diverse, il diabete mellito ha le sue caratteristiche e procede in modi diversi. Nei giovani, la malattia è caratterizzata da un decorso maligno, negli anziani è relativamente benigna. Con il diabete mellito, sorgono una serie di complicazioni. È possibile lo sviluppo di un coma diabetico. La glomerulosclerosi diabetica complica il diabete mellito con lo sviluppo dell'uremia. Come risultato della macroangiopatia, possono verificarsi trombosi dei vasi delle estremità e cancrena. Una diminuzione della resistenza del corpo si manifesta spesso con l'attivazione di un'infezione purulenta sotto forma di foruncoli, piodermite, polmonite e talvolta sepsi. Queste complicanze del diabete mellito sono le cause più comuni di morte nei pazienti..

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio.

Il sistema endocrino è responsabile del controllo di tutte le funzioni di base del corpo, quindi anche i minimi disturbi ormonali richiedono un'attenzione speciale. Le domande riguardanti le malattie del sistema endocrino umano sono fonte di preoccupazione per un gran numero di pazienti, poiché i disturbi ormonali portano a interruzioni nella normale funzionalità di molti organi e sistemi del corpo umano. Nel caso in cui non venga seguito il trattamento adeguato, tale negligenza porta a conseguenze molto spiacevoli..

I disturbi ormonali includono: una diminuzione o un aumento di altezza e peso, instabilità emotiva e uno stato mentale squilibrato. Il sistema endocrino umano diventa un partecipante attivo al funzionamento del corpo, il che significa la digestione del cibo consumato e il mantenimento di uno stato sano del corpo. Le ghiandole del sistema endocrino includono: la ghiandola pituitaria, l'ipotalamo, la tiroide e le gonadi.

Ad esempio, la ghiandola pituitaria produce diversi ormoni, uno dei quali è l'ormone della crescita, che influisce sulla crescita umana. Con una grave carenza di tali ormoni nel corpo, la crescita è sospesa e la lunghezza del corpo di un adulto è di solo un metro e venti centimetri. Nel caso in cui l'ormone venga prodotto in eccesso, la lunghezza del corpo di un adulto supera il segno di due metri.

Le ghiandole endocrine sono responsabili del normale funzionamento del sistema nervoso e immunitario del paziente e contribuiscono al mantenimento di un buono stato acido del corpo. Grazie alla produzione di ormoni che, utilizzando reazioni chimiche, reagiscono con l'attività degli organi umani.

Non tutte le malattie possono diventare una causa che causa l'interruzione del funzionamento delle ghiandole endocrine e le interruzioni ormonali. In questi casi, l'endocrinologo non sarà sempre in grado di aiutare, a volte è meglio contattare uno specialista completamente diverso, ad esempio, in caso di disfunzione sessuale, è meglio contattare un urologo o un ginecologo, in caso di instabilità emotiva, uno psicoterapeuta aiuterà.

In ogni caso, per poter effettuare una diagnosi adeguata e un trattamento appropriato, è necessario consultare uno specialista qualificato. Di solito le malattie del sistema endocrino sono associate a un eccesso o una mancanza di produzione di ormoni, che contribuiscono allo sviluppo di processi patologici.

L'eziologia delle malattie del sistema endocrino nella moderna pratica medica è ancora troppo poco studiata. I cambiamenti patologici nel sistema endocrino possono essere associati ad anomalie genetiche, processi infiammatori e neoplasie e disturbi della sensibilità dei tessuti agli ormoni. La medicina moderna distingue tra le malattie più comuni del sistema endocrino: diabete mellito, gozzo tossico diffuso e disfunzione delle gonadi.

Tuttavia, nonostante tutti i metodi di ricerca più moderni, le ghiandole endocrine e le malattie ad esso associate rimangono le più misteriose e scarsamente comprese, quindi è importante aderire alle regole generali di prevenzione e alle raccomandazioni di specialisti qualificati..

Segni e sintomi associati a malattie dei disturbi endocrini sono molto numerosi e possono essere pronunciati e possono interessare quasi tutte le aree e le funzioni del corpo umano. Sintomi che si osservano in pazienti con disturbi associati al sistema endocrino:

  • Una forte diminuzione o, al contrario, un forte aumento del peso corporeo;
  • Sbalzi d'umore improvvisi;
  • Aumentare o diminuire la temperatura corporea e la febbre;
  • Aumento della sudorazione;
  • Violazione del ciclo mestruale nelle donne;
  • Variazione della normale frequenza cardiaca;
  • Memoria e concentrazione alterate;
  • Frequenti mal di testa;
  • Stanchezza, debolezza e sonnolenza;
  • Una costante sensazione di sete, che si osserva principalmente nei pazienti con diabete mellito;
  • Eccitabilità eccessiva;
  • Diminuzione del desiderio sessuale;
  • Voglia frequente di urinare.

Tutti i suddetti sintomi sono comuni nella maggior parte dei pazienti con disturbi associati a malattie del sistema endocrino. Poiché questi sintomi non sono specifici e quasi tutti li incontrano, non è necessario cercare immediatamente l'aiuto di un endocrinologo professionista, vale la pena monitorare la propria salute per un po 'di tempo.

La maggior parte delle malattie che causano le ghiandole endocrine hanno manifestazioni esterne; in combinazione con questi sintomi, possono dare il quadro più vivido della manifestazione dei sintomi della malattia.

Tali manifestazioni sono caratterizzate da: cambia l'espressione del viso del paziente, aumenta la dimensione delle arcate sopracciliari, la pelle cambia, possibilmente perdita di capelli o, al contrario, la loro crescita eccessiva. A causa delle condizioni sfavorevoli che ora circondano la maggior parte della popolazione del Paese, la tiroide è particolarmente a rischio..

Il controllo, che implica il sistema endocrino, è caratterizzato dall'età e dal sesso di una persona. Ha anche un effetto significativo sul normale funzionamento del processo metabolico e del sistema nervoso centrale e, con l'aiuto di essi, su tutte le altre funzioni vitali. I segni caratteristici dell'età sono associati al corso regolare dei cambiamenti legati all'età, che possono essere bruscamente interrotti sotto l'influenza di disturbi della secrezione interna da una o più ghiandole endocrine.

Succede che a causa di una tale violazione, forse prima pubertà, che si osserva principalmente nelle neoplasie maligne delle gonadi. La rimozione di un tale tumore normalizza le prestazioni delle gonadi. Le caratteristiche sessuali sono responsabili della differenziazione sessuale del corpo e dello sviluppo di quelle appartenenti alle ghiandole sessuali.

Una diminuzione della loro funzionalità implica lo sviluppo di una struttura corporea speciale, che è caratterizzata da una maggiore crescita della lunghezza degli arti, nei pazienti maschi si sviluppa una struttura pelvica femminile e non ci sono peli del corpo.

Nonostante tutti i sintomi e i segni elencati, va ricordato che la maggior parte delle malattie che colpiscono le ghiandole endocrine sono di natura ereditaria, quindi vale la pena chiedere quali malattie hanno i parenti più stretti. Va ricordato che i sintomi ei segni associati alle malattie endocrine dipendono dal loro tipo e dalla natura del verificarsi, è importante prescrivere la diagnosi corretta e iniziare prontamente a trattare questi sintomi.

È molto importante per il medico curante diagnosticare tutti i processi patologici che una volta sono stati trasferiti che potrebbero causare malattie. Molto spesso, segni esterni caratteristici possono indicare lo sviluppo di una particolare malattia, ad esempio labbra o orecchie troppo ingrossate possono indicare acromegalia e una deformità del collo evidente indica un malfunzionamento della ghiandola tiroidea.

Trattamento necessario

Nella moderna pratica medica, il trattamento che coinvolge il sistema endocrino viene effettuato con l'aiuto di farmaci ormonali. Nel caso in cui le cause principali siano una partecipazione attiva eccessiva o insufficiente delle ghiandole, sorgono problemi associati alla funzionalità riparativa..

Per eliminare i sintomi ei primi segni, vengono introdotti nel corpo del paziente ormoni che riducono l'eccessiva attività del funzionamento degli elementi del sistema endocrino. In casi particolarmente gravi, quando una persona deve rimuovere parte della ghiandola o tagliare completamente l'organo, l'assunzione di tali farmaci dovrebbe essere effettuata fino alla fine della vita.

Per la prevenzione vengono spesso prescritti farmaci antinfiammatori e rinforzanti e viene utilizzato anche il trattamento con iodio radioattivo. Naturalmente, il metodo di trattamento più efficace è la chirurgia, ma specialisti qualificati cercano di utilizzare questo metodo solo in rari casi..

Tale trattamento viene utilizzato solo se il tumore risultante danneggia il sistema endocrino. Per le neoplasie, di cui soffre anche il sistema endocrino, viene utilizzato il metodo dell'intervento chirurgico.

La nutrizione viene selezionata dal medico in base alla ghiandola endocrina interessata. Il cibo dietetico è prescritto se non ci sono malattie concomitanti che possono essere aggravate dal diabete mellito, nel qual caso, per cominciare, lo specialista prescrive una dieta di prova. Tabella del menu di esempio:

  • Carne e pesce - duecentocinquanta grammi;
  • Ricotta - trecento grammi;
  • Formaggio: venticinque grammi;
  • Prodotti lattiero-caseari fermentati - cinquecento grammi;
  • Pane di segale - cento grammi;
  • Burro e olio vegetale - sessanta grammi;
  • Tutte le verdure, ad eccezione di patate e fagioli - mille grammi;
  • Frutta fresca diversa da banane e uva - trecento grammi.

Per i pazienti in sovrappeso, una dieta di prova è prescritta per la prevenzione, dovrebbe avere un basso contenuto energetico, una tale restrizione dell'assunzione di grassi contribuisce alla perdita di peso.

Il sistema endocrino si presta alla guarigione e con l'aiuto di metodi popolari, che prevedono l'assunzione di infusi di erbe medicinali, questo metodo è studiato per assumere un gran numero di erbe come timo, achillea, melissa, menta, assenzio, salvia, camomilla e molte altre. Tali tasse aiutano a stabilizzare i processi metabolici e contribuiscono all'assunzione di importanti oligoelementi nel corpo..

La prevenzione dei sintomi e delle malattie emergenti del sistema endocrino include l'assunzione regolare di integratori alimentari biologicamente attivi e contenenti iodio. Va ricordato che è necessario mantenere uno stile di vita sano e aderire alla necessaria prevenzione al fine di minimizzare e minimizzare i rischi associati alle malattie del sistema endocrino.

La funzione principale del sistema endocrino è la regolazione di tutti i processi vitali nel corpo e qualsiasi violazione del background ormonale può portare a conseguenze gravi e difficili da prevedere.

Le ghiandole endocrine producono oltre 50 diversi ormoni.

A causa della diversità funzionale degli ormoni che il sistema endocrino produce, i sintomi delle malattie di varie ghiandole includono disturbi da parte di organi e sistemi ad essi indirettamente associati..

Un normale background ormonale si forma a seguito di una complessa interazione del sistema ipotalamo-ipofisario e delle ghiandole endocrine proprie. Le cause ei meccanismi patogenetici delle malattie endocrine sono stati finora poco studiati e non completamente compresi..

Tra le cause profonde dei disturbi funzionali del sistema endocrino ci sono:

  • predisposizione ereditaria;
  • neoplasie;
  • processi infiammatori;
  • anomalie congenite nella struttura delle ghiandole;
  • lesioni infettive;
  • le conseguenze degli infortuni;
  • violazioni di origine comune.

Cambiamenti patologici nel lavoro del sistema endocrino possono essere innescati da influenze esterne, come mancanza cronica di sonno, malnutrizione, esaurimento fisico o psico-emotivo, trattamento a lungo termine con alcuni farmaci, nelle donne - cambiamenti ormonali associati a gravidanza, parto e allattamento.

Le manifestazioni cliniche della malattia possono essere causate dalla disfunzione di una delle ghiandole endocrine o da disturbi della suscettibilità dell'organo agli effetti di un particolare ormone..

Molto meno comuni sono le patologie associate alla produzione di ormoni difettosi o falsi, caratterizzati da attività anormale, comunicazione alterata tra la ghiandola e l'ambiente interno del corpo e lesioni multiple del sistema endocrino.

I disturbi nel funzionamento delle ghiandole endocrine procedono come iperfunzione o ipofunzione. Nel primo caso, una quantità eccessiva di ormoni entra nel corpo, nel secondo si forma una carenza del principio attivo. I disturbi di tipo ipersecrezionale si sviluppano con un'eccessiva stimolazione della ghiandola o con la formazione di zone di secrezione secondaria nei tessuti o organi simili per caratteristiche funzionali.

Sistema endocrino umano

La carenza di qualsiasi ormone può essere causata da una carenza di alcuni oligoelementi o vitamine, processi infiammatori nei tessuti della ghiandola, a causa di radiazioni o danni tossici alla ghiandola. L'iposecrezione può essere ereditaria o svilupparsi sullo sfondo di condizioni di immunodeficienza.

Le violazioni della suscettibilità di tessuti e organi ai singoli ormoni sono di natura ereditaria. Tali disturbi sono rari e i loro meccanismi sono stati studiati molto poco. Esiste un'ipotesi sull'assenza di recettori ormonali specifici sulle membrane cellulari, senza i quali l'ormone non può penetrare nel tessuto e svolgere le funzioni corrispondenti..

La secrezione di ormoni difettosi è estremamente rara. La produzione di falsi ormoni è spesso il risultato di mutazioni spontanee. Con alcune malattie del fegato, nelle donne e durante la gravidanza, sono possibili disturbi metabolici, accompagnati da una rottura delle connessioni tra le ghiandole che producono determinati tipi di ormoni e gli organi su cui agiscono. In caso di violazioni delle vie di trasporto degli ormoni, si sviluppano cambiamenti metabolici secondari.

La disfunzione delle ghiandole endocrine può anche essere causata da processi autoimmuni, in cui il tessuto ghiandolare viene distrutto dai propri meccanismi di difesa immunitaria.

L'attività di secrezione di vari ormoni è soggetta a cambiamenti naturali legati all'età e i segni di appassimento precoce sono spesso di natura endocrina..

Sintomi del problema

I sintomi più comuni di squilibrio ormonale sono anomalie di peso e altezza, squilibrio mentale e stati emotivi instabili..

I disturbi endocrini sono visualizzati sul funzionamento degli organi bersaglio, cioè i sintomi di una particolare malattia possono assomigliare a un danno organico all'organo corrispondente.

Diversi gruppi di sintomi possono indicare problemi con il sistema endocrino. Alcune malattie sono caratterizzate da cambiamenti nel comportamento del paziente. Una persona è soggetta a improvvisi cambiamenti di umore senza una ragione apparente, appaiono reazioni emotive a situazioni quotidiane insolite per lui: troppo tempestose o, al contrario, inibite.

Con disturbi endocrini, possono comparire debolezza generale, sonnolenza, debolezza, una persona soffre di frequenti mal di testa, nota disturbi della memoria e dell'attenzione. Possibili cambiamenti non critici a lungo termine della temperatura corporea senza prerequisiti visibili per questo, brividi e febbre, bisogno troppo frequente di urinare, sete straziante, desiderio sessuale alterato.

Nei pazienti, il peso corporeo cambia drasticamente verso l'alto o verso il basso. Possono esserci aritmie cardiache o ipertensione arteriosa che non sono associate all'esposizione a tipici fattori provocatori e in assenza di segni di danno al cuore o ai vasi sanguigni. I primi sintomi delle malattie endocrine sono per lo più aspecifici, non suscitano particolari preoccupazioni e non sono sempre un motivo sufficiente per una visita a un endocrinologo.

Con il progredire della patologia, compaiono le caratteristiche dei disturbi dell'una o dell'altra ghiandola..

L'esoftalmo è un sintomo piuttosto raro di disturbi endocrini. deve essere diagnosticato in tempo, altrimenti è possibile una grave disabilità visiva.

La struttura e le funzioni del sistema endocrino umano sono descritte in dettaglio.

I disturbi del sistema endocrino influenzano le condizioni generali del corpo umano. Informazioni utili su misure di prevenzione di malattie di organi endocrini dal collegamento.

Sintomi delle malattie endocrine nelle donne

La disregolazione ormonale influisce sui processi metabolici.

Una donna sta guadagnando o perdendo rapidamente peso senza modificare la dieta e la composizione qualitativa della dieta.

Sono possibili disturbi del sonno e uno stato di stanchezza cronica, la temperatura del paziente si alza o si abbassa senza segni visibili di patologia, che può manifestarsi in modo simile.

Sintomi allarmanti sono disturbi della motricità fine, aritmie cardiache e variazioni della pressione sanguigna senza segni di patologie del sistema nervoso e cardiovascolare. I pazienti spesso diventano nervosi, inclini a sbalzi d'umore improvvisi.

Lo squilibrio ormonale influisce sul lavoro delle ghiandole sudoripare, il corpo è letteralmente inondato di sudore. L'eccessiva secrezione dell'ormone della crescita porta a una distorsione e un ingrossamento delle proporzioni del viso, principalmente la mascella inferiore, i tessuti molli intorno alla bocca e le arcate sopracciliari.

I primi sintomi del diabete sono prurito persistente, irresistibile e sete intensa. Maggiore suscettibilità alle infezioni pustolose.

I disturbi del funzionamento delle gonadi si manifestano con un'eccessiva crescita dei capelli di tipo maschile, complicazioni durante la gravidanza e il processo del parto. In tali pazienti si osservano disturbi mestruali, fino ad amenorrea, infertilità. Un sintomo molto allarmante è la comparsa di smagliature (smagliature), non associate a gravidanza o cambiamenti nel peso corporeo. Il colore cremisi dei difetti formati indica il coinvolgimento della corteccia surrenale nel processo patologico..

Patologie del sistema endocrino negli uomini

Con la disfunzione delle gonadi, il paziente sviluppa caratteristiche effeminate nell'aspetto.

In particolare, le ghiandole mammarie si ingrandiscono, la struttura dell'attaccatura dei capelli secondaria cambia e si sviluppa l'obesità femminile..

Un uomo può notare violazioni del desiderio sessuale e della capacità di avere rapporti sessuali. Spesso l'infertilità si manifesta in pazienti con disturbi endocrini.

Sintomi delle malattie del sistema endocrino nei bambini

Le malattie del sistema endocrino nei bambini possono manifestarsi in tenera età.

La difficoltà di diagnosticare la disfunzione delle ghiandole endocrine è complicata dalle caratteristiche psicologiche dell'infanzia.

Le manifestazioni cliniche di alcune malattie a volte assomigliano alle conseguenze degli errori nel crescere un bambino.

I disturbi endocrini portano a tassi anormali di sviluppo fisico e mentale del bambino. Il danno alle ghiandole paratiroidi della tiroide influisce sullo sviluppo dell'intelligenza. I bambini sono irritabili, disattenti, hanno difficoltà ad apprendere nuove abilità e sono inclini all'apatia.

Disturbi concomitanti del metabolismo del calcio si manifestano con fragilità delle ossa, in ritardo nella formazione della dentatura e nella crescita scheletrica. Se non trattata, possono svilupparsi varie forme di demenza..

Un sistema immunitario indebolito può indicare possibili problemi con il timo o il pancreas. Le prime fasi del diabete sono indicate da lesioni cutanee di difficile guarigione e da una tendenza alle infezioni pustolose..

La disfunzione delle gonadi si manifesta con l'accelerazione o il ritardo della pubertà nelle ragazze e nei ragazzi.

I problemi da parte delle gonadi sono indicati dalla formazione di caratteristiche sessuali secondarie caratteristiche del sesso opposto: caratteristiche fisiche, timbro della voce, deviazioni nello sviluppo delle ghiandole mammarie.

Le disfunzioni del sistema ipotalamo-ipofisario possono influenzare il funzionamento di una qualsiasi delle ghiandole endocrine.

Con alcune patologie endocrine, si verifica la distrofia dei muscoli oculari. dà al paziente molto disagio e può causare una diminuzione della vista.

Vengono descritti i sintomi della malattia di Basedow. E anche brevi informazioni sul trattamento della malattia.

Oltre alla funzione di regolazione generale, il sistema ipotalamo-ipofisario produce l'ormone della crescita (somatotropina). La carenza di ormone della crescita durante il periodo di crescita attiva porta al nanismo, all'eccesso - al gigantismo.

Nota: la patologia endocrina più comune è il diabete mellito, che colpisce entrambi i sessi e tutte le fasce d'età.

Video sull'argomento

È piaciuto?

Clicca sul pulsante se l'articolo ti è piaciuto, ci aiuterà a sviluppare il progetto. Grazie!

Top